X

Tempo di lettura 2 Minuti

La Giunta regionale, su proposta dell’assessore all’Ambiente, Francesco Pugliano (in foto), ha deliberato – è scritto in un comunicato dell’ufficio stampa della Giunta regionale – l’anticipazione di quota parte delle risorse, di cui al decreto legislativo 112/98, al Commissario delegato per l’emergenza ambientale in Calabria per il superamento delle criticità relative al funzionamento della piattaforma depurativa consortile di Siderno a servizio dei Comuni di Locri, Siderno, Antonimina, Gerace e Grotteria.
«L’area della Locride – ha dichiarato Pugliano – riveste nel territorio regionale un ruolo primario per la spiccata vocazione turistica e ambientale. E alla luce di ciò l’intervento dell’Esecutivo regionale è rivolto a sostenere sia le preziose risorse ambientali presenti che gli operatori turistici locali».
Secondo l’assessore Pugliano «in un periodo di difficoltà economiche globali, risulta sempre più difficile per gli Enti locali assicurare adeguati livelli di servizio ai propri cittadini a fronte di risorse economiche sempre più esigue. Pertanto, la Giunta ha deciso di anticipare, all’ufficio del Commissario per l’emergenza ambientale in Calabria, un milione di euro per sanare la difficile situazione emergenziale che avrebbe potuto compromettere la salute del mare in questa importante stagione balneare 2010 e consentire di continuare con responsabilità la gestione della piattaforma depurativa consortile di Siderno. Dal canto loro – ha precisato Pugliano – le amministrazioni Comunali di Siderno e Locri, si sono impegnate, attraverso un apposito Piano di rientro, a restituire nei prossimi anni le risorse che oggi sono state anticipate, in modo tale da evitare un costo insostenibile delle tariffe ai propri cittadini e, contestualmente, salvaguardare i posti di lavoro oggi più che mai preziosi».

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA

shares