Tempo di lettura 2 Minuti

Il segretario dell’associazione «Calabria Radicale», Marco Marchese, ha scritto al Sindaco di Nocera Terinese (Cz) una lettera nella quale si denuncia la comparsa, da due settimane a questa parte, di una discarica abusiva sull’arenile: «Desidero esprimere la mia viva preoccupazione – scrive Marchese – per l’incresciosa presenza di una discarica abusiva di rifiuti d’ogni genere formatasi sull’arenile del nostro Comune, lato sud, all’altezza dell’Hotel Mondial. Due settimane fa una pala meccanica per due giorni ha svolto un’attività di raccolta di materiale dalla spiaggia, tale materiale composto dai più svariati rifiuti: elettrodomestici, lamiere, lamiere coibentate, tronchi d’albero, pneumatici, ecc.
Sono stati poi depositati nell’ampio spazio fra la strada statale 18 e la spiaggia facente parte dell’arenile costiero di questa zona. Io stesso ho interpellato il manovratore della pala meccanica il quale si è qualificato come operatore «mandato dal Comune» a tale scopo riferendomi che immediatamente tale ammasso di spazzatura sarebbe stato rimosso e smaltito immediatamente.
Personalmente – aggiunge – non ho certezza nè contezza se quest’operazione maldestra di pulizia della spiaggia con il risultato di creare una discarica di materiali, sia stata commissionata realmente dall’amministrazione oppure sia un’iniziativa privata ed evidentemente, in questo caso, abusiva. Nell’uno o nell’altro caso – osserva – vi è da rilevare come da due settimane la zona interessata non sia stata neanche circoscritta come azione minimale di messa in sicurezza in attesa della bonifica e ciò rappresenta un reale e concreto pericolo per le persone, in considerazione del fatto che non si ha certezza sui materiali ammassati in quest’area, dovuto soprattutto alla presenza di abbondante materiale di coibentazione da lamiere di coperture.
Questo materiale è disperso nell’area e nella più ampia zona che da qui giunge al lungomare lato sud. L’amministrazione è certamente a conoscenza di questa incresciosa situazione poichè già numerose persone hanno segnalato presso gli uffici comunali la presenza di questa discarica abusiva e, il 29 giugno, il tesoriere della nostra associazione, il Dott. Riccardo Cristiano, si è recato presso il Municipio e ha conferito con lei stesso e dai colloqui è chiaramente emersa la contezza della situazione da parte dell’amministrazione». Marchese evidenzia «lo stato di pericolo per le persone poichè questa discarica, con la presenza dei materiali descritti pocanzi, a pochi metri dalla spiaggia e in questo periodo estivo, oltre a suscitare la curiosità dei passanti potrebbe indurre giovani e bambini a stazionarvi e com’è evidente questa circostanza è tutt’altro che remota considerando che la spiaggia in questo periodo è molto frequentata dai bagnanti, quotidianamente».

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •