Tempo di lettura 2 Minuti

di ANTONIO CORRADO

A grandi passi verso il tanto atteso avvio dei lavori per il terzo lotto della Statale 106 jonica, nel tratto di Nova Siri, che potrebbe concretizzarsi già entro la prossima primavera. Infatti, nei giorni scorsi è stato affidato l’appalto per la progettazione integrata, ultimo stadio tecnico prima dell’apertura dei cantieri. La conferma proviene dal capo compartimento Anas di Basilicata, l’ingegnere Vincenzo Marzi, che ha informato ieri il senatore Cosimo Latronico. L’impresa aggiudicataria è la “Oberosler” di Bolzano. «Continuerò a seguire le attività dell’Anas -ha commentato Latronico- perché si proceda con tempestività all’inizio dei lavori e perché si possano considerare tutte le indicazioni sollevate dai comuni nell’esecuzione della importante infrastruttura stradale che consentirà di mettere in sicurezza il traffico e qualificare le aree urbane della marina di Nova Siri». Nel giugno 2009 l’Anas aveva pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale, il bando di gara per la progettazione esecutiva e la realizzazione della variante, che interessa il tratto compreso tra i comuni di Nova Siri, Rotondella e di Rocca Imperiale in provincia di Cosenza, tra il km 414,080 e il km 419,300. L’importo complessivo dell’opera, posto a base di gara, è di oltre 62 milioni di euro; mentre l’intervento nel suo complesso vale 88 milioni di euro. «La nuova variante -ha dichiarato il presidente Anas Pietro Ciucci- rappresenta uno degli interventi finanziati dalla delibera Cipe del 6 marzo 2009. Si tratta di un’opera importante e significativa e un ulteriore tassello del completamento della Statale 106 Jonica. Il percorso di oltre 5 chilometri attraverserà i tre comuni, creando un collegamento interregionale ai confini tra Basilicata e Calabria che consentirà un traffico più scorrevole soprattutto nel periodo estivo». Molto soddisfatto il sindaco di Nova Siri, Giuseppe Santarcangelo, che ha cambattuto in parte la battaglia per la nuova strada. I tempi previsti per la realizzazione dell’intervento, che inizierà presumibilmente nella primavera del 2011, sono pari a 840 giorni “naturali e consecutivi”, di cui 120 per la progettazione esecutiva. Il tracciato dell’attuale Ss 106 è oggi a 4 corsie su tutto il tratto lucano fino al Centro Enea di Rotondella. La nuova strada divergerà dall’attuale sede in prossimità della contrada “Laccata” di Nova Siri, per procedere a monte del Regio Tratturo, sempre a Nova Siri, fino a innestarsi con la quattro corsie calabrese, poche decine di metri dopo l’attuale svincolo di Rocca Imperiale.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •