Tempo di lettura 2 Minuti

“La vittoria di Battipaglia è senza dubbio importantissima e sicuramente meritata – commenta il tecnico Fortunato -. Non abbiamo sofferto per niente ed abbiamo avuto la capacità di gestire l’incontro nel primo tempo. Sapevamo di poter essere pericolosi sulla base di cose preparate in settimana. Così è stato con De Cesare e Cirigliano, che hanno saputo leggere e sfruttare la situazione difensiva dell’avversario”.Dopo la gara accorta di domenica il punto di domanda riguardava la capacità di offendere attraverso il modulo più compatto sceso in campo una settimana fa e confermato a Battipaglia. La risposta è stata lampante. “Ma spesso – dice il tecnico gialloble – non è il modulo che fa la partita, bensì l’atteggiamento con cui si scende in campo. Noi eravamo determinati ed avevamo la giusta voglia di fare risultato. Abbiamo giocato una gara tatticamente accorta, senza soffrire i loro movimenti in attacco. Sicuramente nella ripresa quando loro sono calati, inserendo Cirigliano assieme a De Cesare, abbiamo trovato modo di essere pericolosi e preso i tre punti. Certo ha contato anche la bravura degli attaccanti, ma uno come De Cesare non lo scopro certo io”. Il Pisticci ha dato prova di essere cresciuto in fatto di personalità. “Fa parte del percorso di crescita – seguita a dire l’allenatore – di un gruppo nuovo e giovane, che fa progressi importanti. Era chiaro che ci fosse bisogno di tempo per amalgamarsi e diventare compatti e forti. Adesso dobbiamo continuare con umiltà e voglia di fare risultato, perché ogni gara ha la sua storia. Sono venute risposte interessanti sotto il profilo tecnico e tattico ed abbiamo motivo di sperare per il futuro”.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •