Tempo di lettura < 1 minuto

Una donna di 83 anni Rosa Costa, è morta in seguito alle ustioni riportate nell’incendio della sua abitazione, mentre è riuscito a salvarsi il figlio che è saltato dalla finestra. Il fatto è avvenuto a Spilinga, un comune del vibonese, intorno alle 23 di ieri sera, nella centralissima via Mazzini, all’interno di una casetta a due piani dove la donnaa abitava col figlio, un operaio forestale di 66 anni. A determinare l’incendio sarebbe stata una stufa alogena.
Scattato l’allarme, sul posto sono subito arrivati i carabinieri della vicina caserma, diretti dal maresciallo Vincenzo Boerio che hanno sfondato la porta cercando di raggiungere la stanza da letto al primo piano, ma hanno dovuto desistere avendo le fiamme già invaso l’ambiente. Soltanto una ventina di minuti dopo i vigili del fuoco e i sanitari del 118, sempre assistiti dai militari dell’Arma, sono riusciti a raggiungere la stanza da letto, ma l’anziana, circondata dalle fiamme e dal fumo, era riversa sul pavimento quasi priva di vita e a nulla sonoserviti i tentativi di rianimarla. La casa è stata sequestrata su ordine del magistrato Fabrizio Garofalo e la vittima trasportata all’obitorio. Una tragedia che ha richiamato l’attenzione di tutto il paese che ha seguito con trepidazione le varie fasi dell’intervento dei soccorritori.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •