Tempo di lettura < 1 minuto

Il corpo forestale di Spilinga ha provveduto a controllare diverse attività commerciali operanti nel settore alimentare, panifici, macellerie, supermercati, chioschi di vendita, bar. Numerose le irregolarità riscontrate culminate con sanzioni amministrative per un valore di oltre quindicimila euro.
In particolare, le più frequenti hanno riguardato la mancata etichettatura dei prodotti alimentari, obbligo previsto da disposizioni della comunità europea e da decreti dello stato, relativamente alla denominazione di vendita degli stessi, nonchè ad altre indicazioni obbligatorie quali la denominazione di vendita, l’elenco ingredienti, data di scadenza. Altre irregolarità sono state riscontrate in base alla normativa dell’autocontrollo (HACCP) prevista dal cosiddetto “Pacchetto Igiene”, secondo la quale ogni operatore del settore alimentare deve, necessariamente, dotarsi di un sistema di autocontrollo sanitario, atto a garantire la salubrità dei prodotti in tutte le fasi che vanno dalla produzione alla vendita. Numerosi sono stati anche i controlli sul trasporto dei generi alimentari su strada. Sottoposti a controllo ed ispezione oltre 50 autocarri adibiti al trasporto di derrate alimentari: pane e prodotti da forno in scarse condizioni igienico sanitarie. In occasione dei mercati settimanali, infine, sono stati controllati numerosi banchi di vendita e autonegozi, accertando violazioni in materia di tracciabilità degli alimenti, secondo le normative comunitarie vigenti in materia.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •