Tempo di lettura 2 Minuti

Si sono incontrate al “Franchi” solo in campionato, nella massima serie, per ben sette volte, ma non si erano mai incontrate in Coppa. Si ritrovano contro stasera, a distanza di due anni, quando nell’ottobre del 2009 la Fiorentina si è imposta col punteggio di 3 a 0. La Reggina crede in un possibile risultato positivo e vorrebbe rendere dura la vita ai suoi avversari, cercando di vendicare le numerose sconfitte subite al “Franchi” nelle precedenti partita. Il tecnico amaranto, Gianluca Atzori, ha convocato 18 giocatori ieri mattina, prima della partenza. Nella lista figurano principalmente le seconde linee, ma anche tanti giovani della primavera da mettere in vetrina.
Per stasera torna disponibile Marino e potrebbe giocare al posto di Kovacsik, a meno che il tecnico non veda più pronto il più giovane portiere straniero. Tra i difensori, figurano tre titolari con in più Giosa che ha recuperato la migliore condizione e potrebbe rientrare e Verruschi. Se Cosenza e Adejo resteranno a riposo, giocherà Burzigotti, con Giosa e, appunto, Verruschi. Dei sei centrocampisti, candidati ad un posto dal primo minuto ci sono Laverone, castiglia, Tedesco, Rizzato e probabilmente, il giovane primavera, Maita, da mettere in vetrina.
Uno dei sei, forse Colombo, resterà in panchina. Per l’attacco, la scelta è più ampia ed i posti sono solo due. Se il centravanti franco-senegalese Sy resterà a riposo, la scelta potrebbe ricadere sulla coppia Adiyiah-Zizzari. Quest’ultimo però, si è appena aggregato alla prima squadra e, pertanto, Danti potrebbe giocare dall’inizio. Lozada, inoltre, potrebbe entrare nel secondo tempo, sempre per consentire alla società di mettere in mostra un altro dei suoi elementi del vivaio che presto potrebbe approdare in prima squadra. Sarà una squadra veloce, battagliera e determinata come sempre. Mister Atzori ha lasciato a casa buona parte dei titolari, pensando anche alla prossima partita di campionato col Varese. La Coppa è importante perché è sempre un torneo molto prestigioso, ma il campionato con tutti i suoi risvolti in classifica, ha sicuramente la priorità.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •