Tempo di lettura < 1 minuto

Il sacerdote don Marcello Cozzi, referente di Libera Basilicata, in una dichiarazione, ha definito «certo» il fatto che «il calcio a Potenza ha subito il tentativo di un’infiltrazione mafiosa». Don Cozzi ha parlato alla vigilia della presentazione del libro intitolato «Le mafie nel pallone», scritto da Daniele Poto, che sarà presentato domani alle ore 17.30 nell’auditorium “Angelo Laurino” in via Adriatico a Potenza (parrocchia Santa Cecilia).
Il volume contiene un capitolo dedicato alle vicende del Potenza calcio negli ultimi anni, culminate nel 2009 con l’arresto del presidente: «E’ chiaro che la mafia lucana, oltre agli affari di sempre – ha spiegato don Cozzi – ha cercato contatti con altri pezzi della società, della politica, di certe istituzioni e del mondo del calcio. La mafia ha avvicinato l’ambiente del calcio, ora sarà il Tribunale a dirci se i personaggi coinvolti erano complici. La criminalità lucana, forse per troppo tempo sottovalutata – ha concluso – ha probabilmente voglia di fare il salto di qualità e il mondo del pallone, con tutti i soldi e gli affari che mette in movimento, potrebbe offrire un pericoloso trampolino di lancio».

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •