Salta al contenuto principale

Etichetta trasparente pianesiana
scopritela al Naturium di Rende

Un modo assolutamente innovativo per dare informazioni molto dettagliate sui prodotti, dall'ambiente al confezionamento

Chiudi
Apri
Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
1 minuto 50 secondi

Il progetto culturale “Naturium” sposa la filosofia dell'etichetta trasparente pianesiana, ideata, proposta e realizzata da Mario Pianesi nel 1980. E' un modo  assolutamente innovativo  per dare informazioni molto dettagliate sui prodotti, dall'ambiente al confezionamento, specificando la qualità, la sostenibilità e la tracciabilità delle materie prime utilizzate.

La grande idea del marchigiano Mario Pianesi nasce nel 1980, quando decide di fondare l’associazione “Un Punto Macrobiotico”. Ad oggi l’associazione conta decine di ristoranti e punti vendita sparsi su tutto il territorio italiano, che promuovono un’alimentazione sana, biologica ed equilibrata e lo fanno mediante seminari, convegni, cene sociali, mantenendo sempre i prezzi bassi per dar modo a tutti di partecipare. Mario Pianesi, negli anni, ha svolto una intensa attività divulgativa, tenendo migliaia di conferenze pubbliche e gratuite. Può, a tale ragione, essere considerato un pioniere dell’alimentazione consapevole, attenta, ed ecologica, grazie anche alle etichette per alimenti da lui ideate. Le etichette pianesiane contengono tutte le informazioni utili per il consumatore, dalla coltivazione al processo di produzione, indicando tutte le fasi ed i passaggi.

Grazie all’etichetta trasparente pianesiana il consumatore può fare una scelta consapevole per il miglioramento dell’ambiente, dell’agricoltura, della propria salute e dell’economia. In pratica, oltre alle informazioni previste dalla normativa vigente, l’etichetta trasparente pianesiana riporta tutte le indicazioni sull’origine e le caratteristiche di ogni prodotto (origine e caratteristiche degli ingredienti o delle materie prime, metodo di coltivazione, trasformazione, o lavorazione) e le più importanti informazioni sul suo impatto ambientale (la quantità di Co2 prodotta, la quantità di acqua ed energia utilizzate) descrivendone, inoltre, tutti i passaggi della filiera di produzione (dal produttore al consumatore).

In Italia sono già centinaia le aziende del settore agroalimentare e di altri settori (quali abbigliamento, calzature, arredamento) che hanno deciso di applicarla per comunicare ai consumatori, in trasparenza, la qualità dei loro prodotti ed il loro impatto ambientale. Obiettivo di “Naturium” è contribuire alla diffusione di questo modello di etichettatura sia tra i produttori che tra i consumatori. Per saperne di più, il “Naturium” di Rende, presso il Centro commerciale “Marconi”, offre una vasta gamma di prodotti con etichetta pianesiana disponibili da acquistare. 

Rubrica a cura di Francesco Pungitore
portavoce progetto culturale Naturium