X
<
>

Tempo di lettura 3 Minuti

AVELLINO Non ci sono le impressionanti immagini della tromba d’aria nel golfo di Salerno ma anche in Irpinia i danni causati dal nubifragio che ieri mattina ha interessato la Campania non sono affatto mancati. A partire proprio dalle raffiche di vento e da alberi e rami che hanno invaso la carreggiata, segnali divelti e anche strutture che sono state interessate da pannelli o vetri danneggiati.


Una conta dei danni non è ancora possibile. Ma le aree che sono state più intaccate dalla mattinata di precipitazioni intense, sono sicuramente quella del montorese, anche per effetto proprio della tromba d’aria che si è registrata in prvincia di Salerno e la zona del Laceno. Un po danni in tutta ‘Alta Irpinia. A partire dalla viabilità. Il violento temporale si è abbattuto qualche ora fa in Alta Irpinia ha causato numerosi problemi proprio lungo le strade di collegamento interne, a causa di smottamenti e slavine.


Proprio a causa di uno smottamento provocato dalle forti precipitazioni è bloccata la SP 143 traBagnoli Irpino e Acerno.Sono in corso le operazioni per il ripristino della circolazione. Fortunatamente non si registrano feriti. Sul posto i Carabinieri della Compagnia di Montella. Anche nel resto della provincia i danni sono stati ingenti. La sala operativa del Comando dei Vigili del Fuoco di Avellino è stata oggetto di decine di telefonate per interventi che hanno riguardato soprattutto allagamenti e caduta di rami e alberi sulla sede stradale.


Situazione critica sull’altopiano del Laceno, per alcune slavine e piccole frane che hanno interessato alcuni alberghi e abitazioni del posto. Qui stanno lavorando le squadre dei distaccamenti di Lioni e Montella. Molte chiamate anche per la città capoluogo, interessata da un forte nubifragio, e dove stanno lavorando le squadre della sede centrale. Proprio in città ci sono stati diversi casi di alberi sradicati o di rami pericolanti o divelti dal vento che hanno creato disagi.


Le condizioni più gravi si sono registrate in prossimità di due istituti scolastici. Il primo in Via Roma, proprio all’uscita dei bambini da scuola e solo per un caso fortuito non si sono registrati fatti più gravi. Uscita a metà per ragazzi, maestre e personale dell’istituto, visto che l’albero ha ostruito in parte l’accesso.L’altro caso a Valle. Quella tra Contrada Baccanico e la zona di Valle è stata una delle più interessate dal maltempo. E proprio a cavallo delle due zone ci sono diversi istituti scolastici. Nel caso della Dante Alighieri si è registrata un’altra caduta di un albero che ha danneggiato in parte una vettura che era parcheggiata nella zona.


La Protezione civile della Regione Campania ha prorogato la vigente allerta meteo fino alle 6 di domenica mattina sull’intero territorio regionale. Fino alle 6 di oggi il livello di criticità idrogeologica dovuto all’intensità dei temporali è di colore arancione (ad eccezione per la zona 4, Alta Irpinia e Sannio per la quale vige il giallo). Dalle 6 di domani mattina e fino alla stessa ora di domenica 27 settembre il livello di allerta per l’intero territorio regionale diviene giallo.


Da domani mattina, infatti, le precipitazioni diverranno sparse anche carattere di rovescio o isolato temporale, e andranno ad attenuarsi a partire dal pomeriggio. I venti saranno occidentali localmente forti con raffiche. Il mare si presenterà agitato, con possibili mareggiate lungo le coste esposte. Anche la Prefettura e la Protezione civile hanno scritto ai sindaci ricordandogli di mantenere attive tutte le misure atte a prevenire e contrastare i fenomeni in atto e previsti fino alla mattina di domenica con riferimento ai fenomeni di dissesto idrogeologico e alla corretta tenuta delle strutture esposte alle sollecitazioni dei venti e del moto ondoso.


Si ricorda che saranno ancora possibili anche in assenza di precipitazioni, caduta massi in più punti del territorio e occasionali fenomeni franosi legati a condizioni idrogeologiche particolarmente fragili, a causa degli effetti indotti dagli incendi boschivi verificatisi sul territorio regionale e per effetto della saturazione dei suoli dovuta alle piogge di queste ore. In poche ore si è passati dall’allarme caldo a quella per le piogge e i temporali.

  •  
  • 3
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA

shares