Salta al contenuto principale

Scopelliti nomina l’esecutivo: 9 assessori
il vicepresidente è donna

Basilicata

Ha mantenuto la promessa il presidente della Regione Calabria, Giuseppe Scopelliti. Mercoledì scorso, nel momento dell’insediamento, aveva detto che entro sabato avrebbe varato la Giunta

Tempo di lettura: 
2 minuti 16 secondi

Il neo governatore della Calabria, Giuseppe Scopelliti ha nominato l’esecutivo addirittura con un giorno d’anticipo rispetto a quanto aveva annunciato. L’esecutivo è composto da nove assessori, sette del Pdl e due dell’Udc. Ma il dato più significativo è quello della vicepresidenza, assegnata ad un nome nuovo della politica calabrese, Antonella Stasi, esterna, non componente cioè del Consiglio regionale e attuale presidente di Confidustria Crotone. Scopelliti manterrà per se la delega della Sanità.
Gli assessori del Pdl sono Giuseppe Gentile, che ha avuto la delega alle Infrastrutture ed ai Lavori pubblici; Pietro Aiello (Urbanistica); Francesco Pugliano (Ambiente); Domenico Tallini (Personale); Mario Caligiuri (esterno – Cultura e beni culturali) e Antonio Stefano Caridi (Attività produttive).
In quota Pdl anche Giacomo Mancini, ex deputato, nipote ed omonimo dell’ex segretario nazionale del Psi, morto nel 2002 quando ricopriva la carica di sindaco di Cosenza.
I due assessori dell’Udc sono Francescantonio Stillitani (Lavoro, formazione professionale, famiglia e politiche sociali) e Michele Trematerra (Agricoltura e forestazione).
Nel pomeriggio alle 16, nella sede di Palazzo «Alemanni», il Presidente della Regione Giuseppe Scopelliti presenterà alla stampa la nuova Giunta regionale calabrese e potrebbe anche annunciare i nomi dei sottosegretari, il cui numero non è stato ancora stabilito. La nomina della Giunta è arrivata al termine di una giornata frenetica di trattative, con continui contatti telefonici tra Scopelliti ed i vertici nazionali del Pdl e dell’Udc e dopo che a Lamezia Terme, nel pomeriggio di ieri, il Governatore aveva incontrato i consiglieri regionali del centrodestra.
Il presidente della Regione aveva anche offerto un assessorato a Wanda Ferro, del Pdl, attuale presidente della Provincia di Catanzaro, che l’ha rifiutato.
«Sarebbe stata un’esperienza esaltante – ha detto Wanda Ferro – ma ho preferito onorare il mio impegno con gli elettori. Sono certa, comunque, che lavoreremo ugualmente con Scopelliti in maniera molto produttiva».
«Sono soddisfatto – ha detto Scopelliti ai giornalisti - perchè abbiamo fatto un lavoro efficace che si è concluso in pochissimo tempo, dopo il mio insediamento avvenuto mercoledì. Abbiamo portato a compimento una prima parte importante del nostro cammino. Ho apprezzato, in particolare, l’atteggiamento dei consiglieri regionali, che hanno recepito pienamente il mio invito a fare un lavoro di squadra sancendo la volontà e la determinazione da parte di tutti a costruire insieme una nuova e grande Calabria. Qualcuno, magari, è rimasto deluso perchè le aspirazioni erano tante, ma tutti hanno capito che si può contribuire alla realizzazione di questo nuovo percorso anche in Consiglio regionale, che avrà un ruolo straordinario e importante».
Il presidente della Regione ha definito «una novità molto importante» la nomina di una donna alla vicepresidenza. «Annuncerò altre novità sulla partecipazione delle donne al nostro lavoro. Abbiamo costruito una squadra competitiva che rappresenta un buon mix tra giovani e gente d’esperienza».

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?