Salta al contenuto principale

Locri: processo strage Duisburg, sarà
sentito Giuseppe Nirta

Basilicata

Nirta dovrà riferire sui rapporti avuti in carcere con il collaboratore di giustizia Vincenzo Consoli

Tempo di lettura: 
1 minuto 0 secondi

Giuseppe Nirta, detto 'Charlie', uno dei presunti autori della strage di Duisburg, sarà sentito nel corso del processo per la faida dei Nirta-Strangio contro i Pelle-Vottari e per la strage della cittadina tedesca. Nei confronti di Nirta, che non è imputato nel processo, si è in attesa della richiesta di rinvio a giudizio da parte della Dda di Reggio Calabria. A decidere la deposizione di Nirta sono i giudici della Corte d’assise di Locri, dinanzi ai quali è in corso il dibattimento, su richiesta dell’avvocato Antonio Russo, difensore di Giovanni Strangio, ritenuto l’ideatore della strage di Duisburg. Nirta dovrà riferire dei rapporti avuti in carcere con il collaboratore di giustizia Vincenzo Consoli il quale è già stato sentito nel processo perchè a conoscenza di alcuni particolari relativi alla strage compiuta in Germania. Consoli ha riferito di aver saputo da Nirta alcuni dettagli della strage come ad esempio il fatto che gli autori furono quattro persone e che gli obiettivi erano quattro delle sei vittime. Nel corso dell’udienza di stamani è stato sentito anche un carabinieri in servizio alla caserma di San Luca il quale ha riferito di accertamenti compiuto nel gennaio del 2007 nella cittadina calabrese. Il processo proseguirà il 7 maggio prossimo.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?