Salta al contenuto principale

Calcio-Serie B, penultimo sforzo per la Reggina

Basilicata

I salentini sono virtualmente retrocessi e Breda può approfittarne. Al Granillo arriva il Gallipoli, gara abbordabile per la salvezza

Tempo di lettura: 
1 minuto 9 secondi

Una gara neanche tanto difficile quella al 'Granillo', tra Reggina-Gallipoli. Il divario tra la Reggina e le due più agguerrite inseguitrici, Triestina e Frosinone, è minimo. Pertanto, la Reggina deve assolutamente vincere per mantenere, almeno, quel punto di vantaggio, per poi vincere la volata nello sprint finale. Proprio oggi, la partita di Reggio, potrebbe rappresentare la classica ultima spiaggia. Il tecnico della Reggina, Breda, non si fida della squadra pugliese e invita i suoi alla massima attenzione.
Per quanto riguarda la formazione Breda non si sbilancia, ma le sue idee le avrà già maturate, dopo una settimana di lavoro. In difesa torna disponibile Valdez. Il centrocampo, con Tedesco al centro, dovrebbe essere confermato nei quattro quinti dello scorso turno. In attacco, invece, Bonazzoli potrebbe spuntarla su Pagano, accanto a Brienza. Il 3-5-2, pertanto, potrebbe essere quello tipo che, per motivi vari, nelle ultime giornate, è stato modificato in tutti i settori.
I supporters amaranto staranno accanto alla squadra. In casa Gallipoli, Ezio Rossi sarà costretto a portare cinque elementi della Primavera. Si tratta dell’attaccante Tarantino, dei centrocampisti Selvaggio e Leggero e dei difensori Nico e Taurino. Alcuni di loro troveranno sicuramente spazio nel corso di questo finale di stagione. Sono infatti 16 gli elementi della prima squadra disponibili. Oltre agli infortunati Volpato, Franchini, Sciarrone, Moro, si sono aggiunti Scaglia e Pederzoli, oltre a chi, come Daino, ha deciso di non scendere più in campo.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?