Salta al contenuto principale

Sanità. Rinviato processo a Crea
per l'assenza dei testimoni

Basilicata

Il presidente del Tribunale di Reggio Calabria ha rinviato l’udienza del processo a carico dell’ex consigliere regionale Domenico Crea al prossimo 3 giugno. La decisione per via dell'assenza di due te

Tempo di lettura: 
0 minuti 44 secondi

E' stata aggiornata al prossimo 3 giugno l’udienza del processo a carico dell’ex consigliere regionale Domenico Crea. Lo ha deciso il presidente del Tribunale di Reggio Calabria, Iside Russo, dopo avere preso atto che due testimoni convocati dai difensori di Crea, il Presidente del consiglio regionale Francesco Talarico e l'assessore regionale alle Attività produttive, Antonio Caridi, hanno comunicato l’impossibilità di essere presenti all’udienza odierna per impegni istituzionali. Per un terzo testimone, sempre citato dalla difesa di Domenico Crea, il deputato Roberto Occhiuto, l’assenza è stata determinata da un errore nelle procedure di notifica. Crea è accusato di concorso esterno in associazione mafiosa in seguito all’inchiesta «Onorata sanità» su presunti intrecci tra politica e 'ndrangheta nella gestione del settore della sanità nel reggino che, secondo l’accusa, ruotava intorno a Villa Anya, una struttura per anziani la cui proprietà è riconducibile ai familiari dell’ex consigliere regionale.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?