Salta al contenuto principale

La Master Group a caccia della finale

Basilicata

Vinta gara-uno di semifinale play off per la A2. Sabato sera c'è la seconda sfida in casa del Mercato San Severino

Tempo di lettura: 
2 minuti 38 secondi

di Vincenzo Bochicchio

MATERA - La Master Group vince e convince, anche se nel terzo set ed all'inizio del quarto, ha sofferto il ritorno delle campane. Le ragazze biancazzurre hanno dato una grande prova di orgoglio, reazione e tanto carattere, a dimostrazione di come sono decise e determinate a portare a casa la vittoria finale.
Contro le materane un Mercato San Severino davvero ostico, ma lo si sapeva.
Le ragazze di Mastrangelo, forse non sono tecnicamente forti come le biancazzurre, ma hanno grinta e voglia da vendere, non si arrendono mai: su tutti i palloni ci credono fino in fondo.
Spettacolare è stato il quarto set, dove ogni pallone era in bilico. difese attentissime e ragazze che hanno dato il cento per cento su ogni pallone.
In questo frangente di gioco abbiamo potuto ammirare la bravura e il grande spirito di sacrificio di Biamonte e compagne che non hanno mai mollato la presa.
Un elogio che va esteso a tutte. Nei primi due set si è vista una squadra ben disposta, entrata in campo con l'approccio giusto e, senza grossi patemi, i primi due set, in particolare il secondo, sono filati via lisci come l'olio.
Poi si aspettava una reazione delle campane, ma non ci aspettavamo che la squadra materana cedesse il set dopo il promettente avvio.
Troppi errori. Un momento di deconcentrazione che è risultato fatale per la perdita del parziale, agevolando le avversarie che hanno ripreso coraggio credendo di riuscire a concretizzare un'impresa.
I sogni svaniscono per Boteva e compagne dopo la grande prova mostrata nel quarto set, che potrebbe risultare anche importante a livello mentale per la dura battaglia che spetta combattere nella partita di ritorno che si disputerà sabato.
Saranno due giorni di allenamento intenso dove coach D'Onghia, sicuramente lavorerà nella fase difensiva, che a tratti, ha lasciato molto a desiderare.
Dobbiamo comunque considerare, che in questi play off è alta l'adrenalina, la tensione, la paura di sbagliare. Per non compromettere quello che di buono è stato costruito, bisogna saper trovare le immediate contromisure a degli errori che in partita possono accadere.
Volendo valutare la prova delle singole non ci si può che ripetere: stratosferica Biamonte con i suoi 25 punti, ma le altre non sono da meno. Tutte hanno contribuito nei momenti clou della partita, quando viene meno una, ecco spuntare Romanò, poi Monica Marulli, ma anche Melissa Donà che ha avuto un ottima partenza e nel secondo parziale ha messo a segno 6 punti.
Per non parlare della già citata Marulli che riesce a carburare sempre nel momento topico delle gare e con i suoi muri riesce ad annullare gli attacchi avversari.
Sorprendente è Nadia Floridia: anche lei nel momento decisivi riesce a tirar fuori la grinta necessaria e prendersi la responsabilità per poter completare il trionfo, non a casa mette giù il 24esimo punto nel set decisivo, seguito dall'insuperabile muro della Marulli.
Sicuramente in trasferta il compito delle atlete della Master non sarà agevole, anzi come già successo in campionato, le lucane trovano difficoltà ad orientarsi in un palazzetto piccolo. Con tutte le insidie sicuramente capitan Picerno e compagne daranno il massimo per chiudere definitivamente questo nuovo capitolo dei play off, per continuare il percorso che conduce all'A2.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?