Salta al contenuto principale

2^ Divisione. Vibonese, chiarezza
nel quadro societario

Basilicata

La società deve sciogliere diversi nodi Vibonese in attesa. Si proverà a trattenere Mengoni e Rugiero

Tempo di lettura: 
1 minuto 15 secondi

Assestare la società è il presupposto fondamentale per conoscere gli strumenti a disposizione per la Vibonese per affrontare la stagione 2010/11, la quinta tra i professionisti. Il primo nodo riguarda la guida tecnica, e decidere se trattenere Angelo Galfano (in foto), l’allenatore che è riuscito a conquistare tra mille difficoltà la seconda salvezza consecutiva, la terza da allenatore della Vibonese. Dopo ciò si cercherà di trattenere gli elementi migliori. Ma per prima cosa bisogna fare chiarezza all’interno dello stesso sodalizio di Via Piazza d’Armi per poi cercare di allargare la base societaria. Angelo Galfano fino a ieri è stato a Coverciano, dove ha seguito i corsi del master per l’abilitazione di allenatore di prima categoria. Dall’11 al 14 giugno il tecnico sarà impegnato con gli esami, e dunque prima di metà giugno non scioglierà i dubbi circa il suo futuro. Per quanto riguarda i calciatori, invece, la società cercherà di fare di tutto per trattenere due elementi innanzi tutto, che hanno saputo mettersi in mostra, dimostrando di poter essere due pilastri per la Vibonese che verrà. Si tratta dell’estremo difensore Mengoni e del jolly Rugiero, entrambi in scadenza di contratto. Ci sono poi i due giovani che rientreranno dal prestito al Benevento, si tratta di Scrugli e Saturno. Farà rientro a Vibo anche Ficara, mentre dal prestito al Pavia ritornerà pure il centravanti Cammilluzzi. E poi c’è anche chi si è già riproposto alla Vibonese come il duttile difensore Bertini. Da valutare, invece, le posizioni di Pirrone, Orefice, Omolade, Riccobono e Ike.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?