Salta al contenuto principale

Centrale Enel Rossano, comitato
per riconversione scrive ad amministratori

Basilicata

Il comitato per la riconversione della centrale ha inviato una lettera agli amministratori regionali, provinciali e comunali di Rossano, Corigliano e Cassano

Tempo di lettura: 
0 minuti 45 secondi

Una lettera aperta è stata inoltrata agli amministratori regionali, provinciali, comunali di Rossano, Corigliano Calabro e Cassano allo Jonio, ai sindaci degli altri comuni cosentini, ai parlamentari calabresi per chiedere le loro valutazioni circa la riconversione della Centrale Enel di Rossano. Lo rende noto il comitato per la riconversione della centrale. Dopo una lunga ed articolata serie di premesse, che hanno ripercorso tutta la vicenda, dal 2005 fino ai giorni nostri, ai destinatari è stata chiesta una «approfondita analisi della vicenda, convinti che le occasioni di sviluppo debbano essere perseguite e supportate e non invece negate con posizioni preconcette. Abbiamo grande fiducia che alla luce di fatti certi, reali ed intangibili, – è scritto – possano dare il loro contributo allo sviluppo del territorio ed alleggerire quel grave handicap della disoccupazione giovanile. In altri posti del Paese – si legge – coesistono benissimo Agricoltura, turismo ed energia, anche quella a Carbone. Perchè non dovrebbero coesistere anche a Rossano»?

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?