Salta al contenuto principale

Papaleo fa il pieno di nomination ai Globi d'oro

Basilicata

Tempo di lettura: 
1 minuto 46 secondi

E’ IL LUCANO Rocco Papaleo la vera sorpresa dei Globi d’oro 2009-2010 premio della stampa estera in Italia, che verranno assegnati il 1 luglio all’Ambasciata Tedesca di Villa Massimo a Roma. Tra i film candidati, l’opera prima di Papaleo “Basilicata Coast to Coast”, infatti, ha ottenuto non solo la segnalazione come miglior opera prima, ma anche quella di miglior commedia e miglior musica (Rita Marcotulli, Max Gazzè e Rocco Papaleo). Alla stampa straniera, però, piace anche “La prima cosa bella” di Paolo Virzì e “Cosa voglio di più” di Silvio Soldini. Solo questi due film si contendono infatti ben 11 candidature ai Globi d’oro 2009-2010. “La prima cosa bella” di Virzì si porta a casa il maggior numero di candidature (ben sei), vale a dire miglior film, regia, fotografia, musica (Carlo Virzì), attore (Valerio Mastandrea) e attrice (Stefania Sandrelli), mentre “Cosa voglio di più” ne conquista cinque. Ed esattamente miglior film, regia, sceneggiatura (Leondeff, Carbone, Soldini), attore (Pierfrancesco Favino) e attrice (Alba Rohrwacher). Non va male neppure a “Baaria” di Giuseppe Tornatore con quattro candidature, regia, sceneggiatura (Tornatore) fotografia (Enrico Lucidi) e musica (Ennio Morricone) mentre “Mine vaganti” di Ferzan Ozpetek ottiene regia, sceneggiatura (Ozpetek e Ivan Cotroneo) e fotografia (Maurizio Calvesi). A Giorgio Diritti e al suo “L'uomo che verrà” arriva invece il Gran Premio della Stampa Estera. La candidatura a miglior opera prima va anche a “Cado dalle nubi” di Gennaro Nunziante e a “Scontro di civilt… per un ascensore a Piazza Vittorio” di Isotta Toso. Assegnati già invece i Globi d’oro al miglior produttore andato a Pietro Valsecchi per “Cado dalle nubi” di Gennaro Nunziante; quello di miglior distributore andato alla 01 Distribution per The Ghost Writer di Roman Polanski. Alla Scuola Nazionale di Cinema del Centro Sperimentale di Cinematografia, oggi in agitazione per i tagli, andrà invece il Globo d’oro per “eccellenza” mentre i premi alla carriera se li divideranno quest’anno Ermanno Olmi, Giancarlo Giannini e Vittorio Storaro. Infine, il Globo d’oro del cinquantenario andrà a Gina Lollobrigida, mentre i cosiddetti premi (rivelazione film, attore, attrice) saranno annunciati nel corso della serata del 1 luglio a Villa Massimo.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?