Salta al contenuto principale

Sinopoli, coltivava marijuana
arrestato 33enne

Basilicata

Il terreno doveva aveva coltivato la sostanza stupefacente era posto in una zona impervia raggiungibile solo a piedi

Tempo di lettura: 
0 minuti 55 secondi

Un uomo è stato arrestato con l’accusa di coltivazione di sostanza stupefacente. Si chiama Pasquale Romeo, 33 anni (nel riquadro), di Sinopoli, nel reggino. L’uomo, secondo quanto si è appreso, è stato bloccato proprio mentre si accingeva ad entrare nella piantagione di marijuana posta in un terreno scosceso in località ceramida, al confine tra i comuni di Bagnara Calabria e Palmi.
Il terreno, secondo quanto si apprende dalla polizia di Palmi, diretta dal vicequestore Stefano Dodaro, era posto in una zona impervia raggiungibile solo a piedi. Gli agenti avevano individuato la piantagione composta da 77 piantine, nei giorni scorsi. Per individuare il responsabile della coltivazione, gli uomini della squadra di polizia giudiziaria hanno effettuato diversi appostamenti. Alla fine, intorno alle 18 di ieri sera, gli agenti hanno colto Romeo mentre con un secchio contenete del concime e delle fascette si accingeva a curare le piante, di altezza variabile tra i 10 e gli 80 centimetri. Le piantine, una volta cresciute, avrebbero potuto produrre circa 2 chili di sostanza stupefacente. Gli investigatori nonn escludono che Romeo sia inserito in un più vasto traffico di canapa indiana. Le indadini sono coordinate dalla procura di Palmi.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?