Salta al contenuto principale

1^ Divisione. Danti, il "suo" Cosenza e l'esordio
in Serie B

Basilicata

Il furetto rossoblù Domenico Danti ceduto nelle scorse settimana al Siena potrebbe finire all’Ancona. Prima dell'esordio nella serie cadetta il saluto e i ringraziamenti del giocatore al Cosenza calci

Tempo di lettura: 
1 minuto 20 secondi

Domenico Danti da San Giovanni in Fiore (Cs) alla serie B. Questo il percorso del giovane calciatore calabrese recentemente passato dal Cosenza al Siena. Le ultime notizie di mercato paventano ora la possibilità che finisca all’Ancona nell’affare che vede il passaggio del bomber anconetano Mastrounzio alla formazione del presidente Mezzaroma. Danti dunque passerebbe in prestito alla formazione marchigiana e con lui un altro giocatore da scegliere tra Zito e Mancini. In ogni caso per il furetto rossoblù si va verso l’esordio nella serie cadetta dove il calabrese dovrà dimostrare di essere all'altezza di un campionato difficile come quello di B. L'emozione per l'esordio è tanta come anche la riconoscenza al Cosenza Calcio che lo ha consacrato. "Sono molto contento - ha dichiarato nella trasmissione Balla coi lupi su Rlb - perchè la serie B è sempre la serie B. Ma io avrei preferito restare un altro anno qui a Cosenza per portare in B tutta la squadra. Ho passato tre anni fantastici e spero di lasciare un bel ricordo di me". Immancabili i ringraziamenti, innanzitutto ai tifosi, per averlo sostenuto anche nei momenti difficili, poi alla società e infine il ringraziamento più grande a mister Toscano che ha sempre creduto in lui. E su Toscano ha aggiunto: "Non mi aspettavo che lo richiamassero, ma mi fa tanto piacere. Sono sicuro che con lui in panchina la prossima stagione del Cosenza sarà importante e magari riuscirà anche ad andare in B. Non ho bisogno di dargli consigli, lui sa già tutto ciò che deve fare. Una cosa è certa: lo chiamerò ogni domenica sera per tenermi informato del mio Cosenza".

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?