Salta al contenuto principale

Crotone, Osservatorio diritti minori:
"Nessuna attenuante a chi spara ai bambini"

Basilicata

Il presidente dell'Osservatorio sui diritti dei minori commenta la vicenda di ieri a Crotone, dove un uomo ha sparato contro un gruppo di bambini ferendo un dodicenne

Tempo di lettura: 
0 minuti 48 secondi

«Non è accettabile che un delinquente detenga, seppur illegalmente, armi in casa e si permetta il lusso di sparare contro un bambino intento a giocare. Lo sparatore, dall’udito fine e delicato, doveva essere controllato con maggiore scrupolosità. Persone di siffatta caratura non cessano di costituire un pericolo costante per la società»: è quanto dichiara il sociologo Antonio Marziale, presidente dell’Osservatorio sui Diritti dei Minori e consulente della Commissione parlamentare per l'Infanzia, a parere del quale «gli educatori sono impegnati per tentare di riportare i bambini in strada, allo scopo di favorire una socializzazione corretta e distante da mondi virtuali, in spazi urbani sempre più ridotti e la strategia rischia di essere compromessa da un tale che a casa non avrebbe dovuto possedere nemmeno una pistola ad acqua, di quelle che utilizzano i bimbi per divertirsi in spiaggia». Il presidente dell’Osservatorio conclude «augurando al piccolino una pronta guarigione e al feritore un’adeguata detenzione, com'è nel suo diritto e senza attenuanti di sorta».

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?