Salta al contenuto principale

A Matera il calcio a 5 si unisce

Basilicata

Effettuata la fusione tra Real Matera e Team Matera

Tempo di lettura: 
3 minuti 45 secondi

di Antonio Mutasci

MATERA - Due loghi per una sola squadra. E’ questo il frutto della fusione, come anticipato sulle nostre pagine la scorsa settimana, tra il Real Matera (che già veniva dall’unione con il Deportivo Matera) e il Team Matera. Nasce così l’A.s.d. Real Team Matera Calcio a 5. Un nome che attende l’omologazione dalla Divisione Calcio a 5 della Figc, ma che già accomuna i progetti della Matera del futsal. Presidente di questo sodalizio è Nico Taratufolo, con Luca Braia e Bruno Taccardi come vice. L’allenatore della squadra che affronterà il prossimo campionato di serie B è Eustachio Rondinone, reduce dal sesto posto della scorsa stagione alla guida della Bng Mathera. A introdurre il progetto, presentato nei locali dello sponsor Frascella, è il responsabile marketing, Franco Braia che, dopo un excursus sulle vittorie dello sport materano in questa stagione ha reso noto come entro il 30 settembre prossimo sarà presentato il bando di gara per il palazzetto dello sport nel parco di Serra Rifusa. Quella di un nuovo palazzetto è una condizione essenziale per il futuro del calcio a 5 materano perchè con le nuove norme non è possibile giocare i campionati di serie A nell’attuale tensostruttura di via dei Sanniti. Quindi le ambizioni di questa nuova società sono legate anche a quelle che saranno le strutture a disposizione nella città dei Sassi. A parlare della fusione è Gianni Crapulli, che resta presidente del Team Matera che nella prossima stagione parteciperà al campionato regionale di serie C2 e che sarà la società satellite del Real Team Matera, dove poter crescere i giovani che poi saranno proiettati nella squadra maggiore. «E’ una fusione - spiega Gianni Crapulli - che avevamo sempre voluto fare, ma solo adesso abbiamo trovato le giuste condizioni. Si vanno ad unire due società di grande esperienza e con elementi dello staff competenti. E poi sono due società unite dalla passione per questa disciplina. Accanto a noi ci sono gli sponsor che credono nel nostro progetto e sono Emanuele Frascella e il Gruppo Iula, con Ecobas e Bng, e che condividono la nostra volontà di fare sport a Matera. Questo - conclude Gianni Crapulli - era il momento giusto di fare questa fusione». «Grazie alla volontà mia e di Nino Crapulli - spiega il presidente Nico Taratufolo - e grazie alla passione per questo sport che ci lega, e grazie anche ai nostri sacrifici e a quelli degli sponsor oggi siamo riusciti ad unire le forze per cercare di puntare in alto, riuscendo a valorizzare il lavoro del nostro settore giovanile che è la base da cui partire. Per questo cureremo con molta attenzione l’under 21 e l’under 18 e attraverso la Virtus Matera tutto il settore giovanile, dai primi calci agli allievi. Per quando riguarda le ambizioni della prima squadra, queste sono legate - ribadisce Nico Taratufolo - alla disponibilità di strutture della città dei Sassi».
Incentrato sull’immagine, sul fair play e sulla bontà degli uomini di questa nuova società è l’intervento di Emanuele Frascella, sponsor della squadra: «Questa fusione mi è piaciuta e ho voluto sostenerla per gli uomini che la attuano. Loro sono da anni nel settore e sapranno trasmettere serietà e un comportamento esemplare. Credo in queste persone e nel progetto. Questa unione sarà la nostra forza».
«Quello che mi muove - spiega Bruno Taccardi - è la passione per questo sport. Io sarò il primo tifoso di questa squadra e credo che questa sia stata la migliore scelta, vista anche la congiuntura economica che stiamo vivendo».
A dare la sua "benedizione" a questo progetto, vista la sua carica di consigliere nazionale della Divisione Calcio a 5 della Figc, che lo ha "costretto" a dimettersi dalle sue cariche di dirigente del Team Matera, è Nino Crapulli, autentico uomo simbolo del calcio a 5 a Matera e nella Basilicata: «Si è provato più volte in passato a mettere insieme le forze. Oggi ci siamo riusciti. Questo è un gruppo di lavoro che saprà andare lontano. Sono due forze unite per puntare al miglioramento». Infine è toccato al direttore sportivo Antonio Quaranta illustrare quello che è lo staff tecnico. Come detto, Eustachio Rondinone sarà il tecnico della prima squadra, Damiano Andrisani guiderà l’under 21 e sarà il secondo di Rondinone. Giampiero Andrisani, invece, seguirà l’under 18. Altri tecnici come Michele Pavone lavoreranno nelle scuole calcio delle due società che continueranno il loro lavoro in maniera parallela. Ora sta al diesse Quaranta e al mister Rondinone plasmare la nuova squadra unendo le forze dei due roster della passata stagione.
Da oggi parte una nuova era per il calcio a 5 materano.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?