Salta al contenuto principale

Crotone, bimbo picchiato da insegnante
Marziale: "necessari controlli"

Basilicata

Sul caso del bimbo di 5 anni picchiato da una maestra a Crotone è intervenuto il presidente dell’Osservatorio sui diritti dei minori

Tempo di lettura: 
0 minuti 51 secondi

«L'ennesimo episodio di maltrattamenti su un minore, tra l’altro bisognoso di maggiori cure perchè disabile, rafforza la mia convinzione, da più parti ritenuta impropriamente provocatoria, di sottoporre gli insegnanti a visite periodiche di tenuta psicologica». E' quanto dichiara il sociologo Antonio Marziale (in foto), presidente dell’Osservatorio sui diritti dei minori e consulente della Commissione parlamentare per l’infanzia, dopo la denuncia nei confronti di un’insegnante, ora agli arresti domiciliari, che, a Crotone, avrebbe maltrattato un bimbo di cinque anni.
Secondo Marziale «la periodicità con la quale avvengono simili episodi non è emergenziale, ma certamente intollerabile, così com'è inammissibile che l’istituzione preposta al controllo pensi di risolvere il tutto con ispezioni postume e non già con iniziative di prevenzione, com'è quella che suggerisco, non già – precisa il presidente dell’Osservatorio – per criminalizzare una categoria indispensabile e specchiata, ma piuttosto per arginarne eventuali cancrene. È tempo – conclude il sociologo – che al ministero comincino a scendere dal piedistallo e si diano una mossa, perchè la comunità genitoriale ne ha piene le tasche».

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?