Salta al contenuto principale

Regione. Mancini: "Rateizzazione dei tributi
a favore dei cittadini"

Basilicata

Un provvedimento a favore di cittadini ed imprese che non possono far fronte a somme iscritte a ruolo in unico versamento

Tempo di lettura: 
1 minuto 20 secondi

La Giunta Regionale, che si è riunita ieri sotto la presidenza del governatore Giuseppe Scopelliti, su proposta dell’assessore al Bilancio Giacomo Mancini (in foto), ha deliberato la rateazione delle somme iscritte a ruolo dalla Regione mediante convenzione con Equitalia Spa. In sostanza, è scritto in una nota dell’ufficio stampa della Giunta regionale, prima dell’adozione di questa delibera e a differenza di come previsto per i tributi degli enti locali, ai contribuenti calabresi non era offerta la possibilità di rateizzare il pagamento dei tributi regionali iscritti nei ruoli coattivi di Equitalia come le tasse auto, le concessioni regionali, le accise sul gas metano (Arisgam), i tributi sul conferimento in discarica.
«Il provvedimento – ha sostenuto Mancini – si pone a favore di cittadini ed imprese che, in questo particolare momento economico, non possono far fronte a somme iscritte a ruolo in unico versamento. Infatti la rateazione attualmente poteva essere concessa a determinate condizioni economiche e l'agevolazione veniva consentita, su istanza dell’interessato, solo per la tassa auto dagli uffici periferici dei Tributi della Regione Calabria».
«Attraverso il provvedimento – ha concluso Mancini – vi sarà un maggiore incentivo per i contribuenti a porsi in regola nei confronti dell’erario, favorendo le entrate regionali, alle quali la Giunta Scopelliti attribuisce particolare attenzione nell’ambito del più ampio programma di razionalizzazione della finanza regionale».
Inoltre, conclude la nota, attraverso la convenzione con Equitalia Spa, che sarà sottoscritta nei prossimi giorni, si potranno anche rateizzare le cosiddette «depenalizzazioni», cioè tutti i processi verbali, elevati da diversi organi accertatori (carabinieri, vigili urbani, guardia costiera, corpo forestale, polizia di Stato) la cui riscossione è di competenza regionale.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?