Salta al contenuto principale

Due giovani affiliati ai Serpa
arrestati nel Cosentino

Basilicata

I due si sarebbero vantati di far parte della cosca e dal clan erano anche stati rimproverati da altri componenti per questo comportamento

Tempo di lettura: 
0 minuti 57 secondi

I Carabinieri della Compagnia di Paola (CS) hanno arrestato, su disposizione della Dda di Catanzaro, due uomini ritenuti affiliati al clan Serpa, operante nella cittadina tirrenica. Si tratta di Salvatore Serpa, 23 anni, e di Giuseppe Sirufo, 27 anni, entrambi parenti di Mario Serpa, ritenuto al vertice del clan. I due sono accusati di estorsione e tentata estorsione, aggravata dal metodo mafioso, perpetrata ai danni di un bar e di un pub di Paola.
I due avrebbero, in più occasioni, vantato la parentela con il capoclan, richiedendo denaro e trattamenti di favore negli esercizi commerciali.
Il titolare del pub è stato fatto oggetto di una denuncia per favoreggiamento per non aver denunciato i fatti, documentati invece da intercettazioni ambientali, dalle quali si evince il modo di operare dei due arrestati. Salvatore Serpa, in una di queste intercettazioni, rivela anche di essere l’autore di un danneggiamento nei confronti dell’auto di un cantante locale, uno dei tre fratelli Egiziano, componente del gruppo musicale Italian Bee Gees.
I due, come si evince sempre dalle intercettazioni, erano anche stati rimproverati da altri componenti della cosca perchè si fregiavano della vicinanza al capoclan in maniera inopportuna.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?