Salta al contenuto principale

Incidente alla Siderpotenza
Ad Ancona muore un operaio potentino

Basilicata

Per il manutentore della siderurgica del capoluogo 30 giorni di prognosi; nulla da fare per l'edile residente ad Arezzo precipitato dal capannone di una ditta nell'anconetano

Tempo di lettura: 
0 minuti 48 secondi

Alla Siderpotenza, un operaio di 34 anni è rimasto ferito in maniera grave dopo essere caduto da un’impalcatura all’interno dell'impianto siderurgico del capoluogo. Secondo quanto si è appreso, l’uomo è caduto da un’altezza di circa tre metri: ora è ricoverato, con diversi traumi, nell’ospedale San Carlo del capoluogo, dove i medici hanno emesso una prognosi di 30 giorni.
Non ce l'ha fatta, invece, l'operaio potentino di 64 anni che da anni risiedeva ad Arezzo e che, ieri, è rimasto vittima di un incidenet sul lavoro ad Ancona. Carlo Chiappetta è morto per le gravi lesioni riportate: dipendente di una ditta aretina, stava controllando la copertura di un capannone dell’azienda Agriwork. La copertura ha ceduto e l’operaio è finito a terra dopo un volo di quasi 9 metri. Le sue condizioni sono apparse subito gravissime, tanto che è stato trasportato con l’eliambulanza all’ospedale di Torrette di Ancona, dove è morto qualche ora dopo. Sul luogo sono intervenuti i carabinieri, il 118 e gli ispettori della Zona territroriale 4 di Senigallia.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?