Salta al contenuto principale

Piazza Duomo. Proposte per l'uso migliore
Adduce contro il parcheggio selvaggio

Basilicata

Tempo di lettura: 
2 minuti 48 secondi

di BIAGIO TARASCO
Il sindaco Salvatore Adduce l'ha definita “un'indecenza”, riferendosi alle macchine parcheggiate in piazza Duomo.
Ha quindi reso noto che a breve quella piazzetta sarà liberata dalla presenza delle auto e ai residenti saranno garantiti il carico e lo scarico delle merci e la possibilità di parcheggiare in aree limitrofe.
La decisione riguarda più di cento famiglie residenti nella zona, oltre che alcune attività ricettive. Tuttavia, non tutti gli abitanti di piazza Duomo hanno accolto positivamente la notizia e sono molti, probabilmente più della metà, coloro che continuano a sostenere la necessità di poter parcheggiare nella piazza. Una piazza che ha una disponibilità di poco più di venti stalli, anche se le macchine vengono posteggiate selvaggiamente pure fuori dagli spazi consentiti.
D'altronde, quasi ogni famiglia possiede più di una macchina e per trovare un parcheggio in piazza Duomo bisogna affidarsi ogni volta alla fortuna. Già nel corso della precedente giunta Buccico i residenti riunitisi in comitato avevano avanzato una proposta all'Amministrazione comunale, accettando in pratica di non parcheggiare più in piazza Duomo, per valutarla turisticamente, a condizione che fosse concessa loro la possibilità di posteggiare gratuitamente il proprio mezzo negli stalli blu di piazza San Francesco, via del Corso ed altre strade del centro.
“Si tratta di applicare -ha dichiarato l'ex assessore comunale Michele Morelli, residente in piazza Duomo- gli stessi regolamenti vigenti in città come Bari, Siena, Roma, Lecce Potenza.
Tuttavia la nostra proposta attende ancora una risposta, anche da parte dell'attuale Amministrazione.
Infatti, abbiamo appreso a mezzo stampa che c'è stato un incontro fra Comune e residenti, nel quale è stata illustrata la mobilità riguardante piazza Duomo. A quella riunione erano presenti solo sette residenti e, inoltre, il sindaco era assente, sostituito dal portavoce Roberto Cifarelli. Sarebbe stato più corretto avere un confronto con più partecipanti e, soprattutto, interloquire con il sindaco piuttosto che con il suo portavoce. Comunque - ha aggiunto Morelli - la nostra proposta attende ancora una controproposta ufficiale.
Se ci fosse stato permesso di parcheggiare negli stalli blu, come da noi richiesto, l'avremmo potuto fare da tempo, senza attendere l'installazione di telecamere, come prospettato dall'Amministrazione comunale.
Questa estate, quindi, la piazza poteva già essere presentata ai turisti senza la presenza di auto. E' anche vero, però, che circa la metà dei residenti osteggia la decisione di non parcheggiare nella storica piazzetta”. I residenti del comitato di piazza Duomo hanno avanzato altre proposte particolareggiate, come quella di individuare appositi stalli lungo il marciapiede del muraglione della piazza da dedicare al carico e scarico 0-24 per solo autorizzati e per particolari categorie di utenti, come invalidi, donne incinte, famiglie con bambini piccoli.
In più, chiedono anche di creare stalli per motocicli autorizzati, l'ipotesi di trasporto collettivo e carsharing. Pio Abiusi, anch'egli fra i residenti, è del parere che la piazza vada valorizzata liberandola dalla presenza delle macchine.
“E' comunque indispensabile -ha detto- avviare una fase di sperimentazione, monitorando l'impatto. Un telepass posto all'inizio di Salita Duomo potrebbe essere utile per il controllo dell'accesso, da riservare solo agli autorizzati, fra i quali comprendere i mezzi commerciali, per lo stretto tempo necessario. Si potrebbe pensare anche all'attivazione di un trasporto pubblico gratuito su chiamata previa prenotazione. In più, il parcheggio coperto di via Lucana, sostanzialmente semivuoto, potrebbe essere utilizzato dai residenti a prezzi agevolati”.
In attesa di novità, sempre annunciate, la partita e la piazza restano ancora aperte.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?