Salta al contenuto principale

Occhi puntati sulla differenziata

Basilicata

Tempo di lettura: 
2 minuti 18 secondi

di GIOVANNI MARTEMUCCI
PULIZIA straordinaria delle strade ieri nei Sassi. Una squadra dell'Asa-Aimeri che gestisce il servizio di raccolta rifiuti in città ha provveduto a ripulire da carte ed erbacce le principali strade del Barisano, e in particolare l'asse di via Fiorentini.
Gli operai hanno ripulito dalle erbe rampicanti anche i principali muri che si affacciano sulla strada dove sono localizzate varie attività. La strada è ritornata ad avere un livello minimo di decoro sebbene alcune strade parallele a via Fiorentini come via Lombardi o Via San Vito (zone frequentate dai turisti) non siano state interessate dallo sfalcio dell'erba e continuano ad offrire un'immagine poco edificante del Patrimonio Unesco.
A coordinare i lavori c'era il responsabile di Matera dell'associazione temporanea di imprese Asa-Aimeri, Enzo Brandi che ha voluto rendersi conto di persona dello stato in cui si trovano i luoghi.
«Quello di oggi - afferma Brandi - è un primo intervento a cui ne seguiranno presto altri per dare decoro al centro storico ora che è più frequentato dai turisti. Nonostante qualche difficoltà organizzativa stiamo facendo del nostro meglio per offrire un servizio efficiente sia sulla pulizia delle strade che sulla raccolta dei rifiuti.
In questo chiediamo la collaborazione di tutti i cittadini, residenti e commercianti, perché rispettino le modalità e gli orari di conferimento dei rifiuti evitando l'abbandono indiscriminato delle masserizie per strada».
La raccolta differenziata anche nei rioni Sassi è la vera spina nel fianco di residenti, commercianti e titolari di strutture ricettive i quali, da tempo, chiedono una revisione delle modalità di conferimento che devono essere più vicine alle esigenze espresse dagli abitanti e dalle attività economiche. Queste ultime sono strette tra i regolamenti delle Asl che vietano di tenere i rifiuti all'interno delle attività e quello della differenziata che non permette di conferire le varie tipologie di rifiuto senza rispettare il calendario dei giorni di raccolta. «Più volte e da diversi mesi -afferma il titolare di un ristorante di via Fiorentini- abbiamo segnalato la situazione al Comune ma senza esito. Nessuno si è mai preoccupato di modificare le modalità di raccolta per evitare il rischio di multe che incombe su di noi da parte dei Nas. Così o i rifiuti si caricano in macchina e si gettano altrove o finiscono abbandonati in strada dai meno coscienziosi. Così insieme alle erbacce diventano nido per topi, scarafaggi e lombrichi. Ora con il caldo la situazione è anche peggiorata perché si vede anche qualche serpente».
«Presto, d'intesa anche con il nuovo Assessore all'igiene, Giuseppe Falcone - assicura il responsabile di Asa-Aimeri - partirà anche un monitoraggio del sistema di raccolta differenziata nei Sassi perché le richieste di contenitori per la spazzatura sono state di molto superiori rispetto al numero delle famiglie ufficialmente residenti nei due rioni.
Dunque occorrerà capire le reali esigenze dei quartieri per servirli al meglio».

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?