Salta al contenuto principale

Morti Marlane Praia a Mare
nuovo rinvio dell'udienza preliminare

Basilicata

L'ennesimo rinvio dell'udienza preliminare, il secondo in tre mesi. 14 le persone indagate

Tempo di lettura: 
0 minuti 53 secondi

Nuovo rinvio per l’udienza preliminare nei confronti di 14 persone, tra responsabili e dirigenti dell’ex stabilimento Marlane di Praia a Mare, indagati nell’inchiesta della Procura della Repubblica di Paola sulla morte per tumori di una cinquantina di ex operai. Il giudice per le udienze preliminari, Salvatore Carpino, ha accolto la richiesta di uno dei difensori che ha chiesto il rinvio di due settimane per poter valutare tutte le richieste di costituzione di parte civile. La nuova udienza è stata fissata per il 12 ottobre.
I 14 indagati sono accusati a vario titolo di omicidio colposo, lesioni colpose e disastro ambientale. Oltre agli ex operai morti ci sarebbero anche una cinquantina di ex dipendenti dello stabilimento che si sarebbero ammalati di patologie come cancro ai polmoni, alla trachea e allo stomaco ed altri di leucemia. La Procura di Paola ipotizza che le morti e le malattie sono riconducibili all’utilizzo non corretto di una serie di sostanze utilizzate per colorare i tessuti che sarebbero state messe in contatto diretto con gli operai della fabbrica. Dal 2004 lo stabilimento non è più in funzione.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?