Salta al contenuto principale

Serie B. In casa della Reggina arriva il Vicenza

Basilicata

I veneti col lutto al braccio per commemorare l’ex tecnico Bruno Giorgi. Reggina e Vicenza si ritrovano al 'Granillo'

Tempo di lettura: 
1 minuto 7 secondi

C'è attesa e curiosità a Reggio Calabria per la gara tra Reggina e Vicenza, terzo in classifica, che vanta il doppio successo nei confronti degli amaranto della scorsa stagione.
Il tecnico amaranto sottolinea che la sua squadra si è allenata con grande scrupolo durante la settimana: ”I ragazzi si sono allenati bene, sanno che alla fine della settimana l'allenatore deve scegliere in virtù delle loro condizioni di forma. Per me non sarà facile convocare solo diciotto giocatori, ma sono pagato per prendere delle decisioni. Pertanto, farò di tutto per non sbagliare. In ogni caso, ho le idee abbastanza chiare”.
Atzori parla anche del Vicenza definendola una squadra quadrata, bene organizzata che svolge bene le due fasi di gioco. Ho visto quattro partite ed ha giocato sempre bene. "Il loro modulo, 4-4-2, gli consente di difendersi con otto uomini. Lasciano pochi spazi tra i reparti e quindi, dobbiamo essere lucidi e attenti". La Reggina potrebbe tornare in campo con la stessa formazione di sabato scorso. Tutti i ragazzi stanno bene, si sono allenati al meglio, non ci dovrebbero essere i presupposti per cambiare anche se, a parità di condizioni, l'allenatore potrebbe scegliere in virtù delle caratteristiche dell'avversario.
Minuto di raccoglimento prima della gara per commemorare Bruno Giorgi, allenatore della squadra biancorossa nei primi anni ottanta ed il Vicenza sarà in campo col lutto al braccio.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?