Salta al contenuto principale

Reggio, la polizia scopre armi
e numerose munizioni

Basilicata

A seguito degli ultimi episodi criminosi ed atti intimidatori contro magistrati il Questore della Provincia di Reggio Calabria, Dott. Carmelo Casabona, ha disposto una serie di attività straordinarie

Tempo di lettura: 
0 minuti 53 secondi

Un operazione della Polizia di Stato reggina nel quartiere “Archi CEP”, finalizzata alla ricerca di armi e munizioni si è conclusa in mattinata. La polizia è intervenuta in alcuni casolari in stato di abbandono in località San Francesco di Archi, che sono stati accuratamente perquisiti anche attraverso l’uso di sensibili metal detector.
Alla fine dell'attività investigativa sono state rinvenute e sottoposte a sequestro circa 400 munizioni di diverso calibro per fucile automatico e pistola, nonché circa un chilogrammo di polvere nera. Gran parte delle cartucce portavano il marchio "Nato" e sono da considerare munizionamento da guerra, così come 13 cartucce per pistola calibro 9x19 parabellum in uso alle Forze di Polizia. Tutto il materiale è stato accuratamente repertato e sottoposto ad indagini scientifiche da parte del personale del Gabinetto Regionale di Polizia Scientifica e poste a disposizione dell’Autorità giudiziaria competente. Sono in corso indagini da parte della Squadra Mobile della Questura di Reggio Calabria finalizzate ad accertare la provenienza delle munizioni e della polvere nera. Rimane alta l’attenzione della Polizia di Stato reggina sotto l’impulso operativo dato dal Questore Casabona.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?