Salta al contenuto principale

Cosenza, scomparsa Rina Pennetti
La Procura riapre l'inchiesta

Basilicata

La Procura della Repubblica di Cosenza ha riaperto l’inchiesta sulla scomparsa di Rina Pennetti, di 33 anni, avvenuta il 6 ottobre dello scorso anno.

Tempo di lettura: 
0 minuti 38 secondi

La riapertura dell'inchiesta legata alla scomparsa lo scorso anno di Rina Pennetti, è stata disposta dal procuratore, Dario Granieri, sulla base degli elementi contenuti nel dossier presentato nei giorni scorsi dal criminologo Franco Bruno. L'inchiesta è stata affidata al pm Donatella Donati.
«E' quello che mi auguravo – ha detto il prof. Bruno – La famiglia merita giustizia e consolazione. Rina Pennetti non si è allontanata volontariamente, nè per patologia. La sua borsa è stata forzata e ritrovata con il telefonino e i documenti. Ci sono gli elementi per ritenere che Rina Pennetti sia stata sequestrata o comunque vittima di un evento criminoso».
«Sono contenta – ha commentato Alba Pennetti, sorella della scomparsa – Oggi per noi si riapre la speranza sia di ritrovare Rina, sia di fare luce su una vicenda che presenta troppe ombre».

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?