Salta al contenuto principale

Locri. La denuncia del sindaco: «Tribunale al 25% dell'organico»

Basilicata

Il sindaco di Locri, Francesco Macrì, durante le celebrazioni in ricordo di Francesco Fortugno, ha rinnovato la propria denuncia sulle gravi carenze di personale al tribunale di Locri

Tempo di lettura: 
1 minuto 11 secondi

Il sindaco di Locri, Francesco Macrì, a margine delle celebrazioni in memoria del Vice Presidente della Regione Calabria, Francesco Fortugno, nel quinto anno della scomparsa, in una nota stampa afferma che «nel prendere atto di quanto affermato dal Presidente della Camera dei Deputati, Onorevole Gianfranco Fini, e dal professore Guido Calvi membro del Consiglio Superiore della Magistratura che hanno affermato la necessità di dimostrare con i fatti quello che si può e si deve fare per la Calabria, e della urgenza di combattere la criminalità organizzata attraverso un maggior impiego di magistrati e di strumenti alle forze dell’ordine, li invitiamo, ognuno per quanto riguarda la propria competenza, ad intervenire nella risoluzione delle problematiche che riguardano la «giustizia» a Locri e nella Locride. In particolare rispetto a quanto abbiamo più volte sottolineato riguardo la carenza dell’organico del Tribunale di Locri, un meno 75%, per la quale riteniamo necessario che lo Stato intervenga con la massima rapidità per risolvere l'annosa questione che si accompagna alla mancata costruzione del nuovo tribunale di Locri. Crediamo che per la città di Locri, dopo che questa amministrazione ha dato un forte segnale con l’assunzione del testimone di giustizia Rocco Rispoli - conclude Macrì – occorre un forte impegno da parte del Governo centrale e dei maggiori esponenti istituzionali, quali la Terza carica dello Stato, per accelerare il cammino verso la legalità e la giustizia sociale che da soli è più difficile da percorrere».

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?