Salta al contenuto principale

Crotone, ucciso mentre gioca a calcetto
90 testi dell'accusa al processo

Basilicata

Obiettivo dell’agguato era Gabriele Marrazzo, mentre Domenico Gabriele fu ucciso per errore

Tempo di lettura: 
0 minuti 48 secondi

Saranno novanta i testi dell’accusa nel processo ai presunti autori della strage nel campo di calcetto compiuta a Crotone il 25 giugno del 2009, nella quale fu ucciso Gabriele Marrazzo, di 35 anni, e rimasero ferite altre nove persone tra le quali Domenico Gabriele, il bambino di 11 anni, morto dopo tre mesi di coma. Il sostituto procuratore della Dda di Catanzaro, Salvatore Curcio, ha depositato la lista dei testi per l’accusa in vista del processo che inizierà il 4 novembre prossimo.
Della strage sono accusati Andrea Tornicchio, di 20 anni, il fratello Francesco, di 31, ritenuto il boss dell’omonima cosca e detenuto dal 2008, e Vincenzo Dattolo, di 26 (nella foto). Tra gli autori c'è anche una quarta persona che all’epoca dei fatti era minorenne. L’accusa sostiene che la strage nel campo di calcetto di Crotone fu compiuta per 'risolvere' alcuni contrasti interni alla cosca Tornicchio di Crotone. Il piccolo Domenico in realtà fu ucciso per errore perchè l'obiettivo dei killer era Marrazzo.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?