Salta al contenuto principale

Cessaniti, due romeni in manette
per violenza sessuale ad un'ucraina

Basilicata

Dancianu e Gogoi sono stati arrestati con l’accusa di violenza sessuale e sequestro di persona

Tempo di lettura: 
1 minuto 0 secondi

Due cittadini romeni, Vasile Dancianu e Gherghe Gogoi, braccianti agricoli, rispettivamente di 43 e 49 anni, sono stati arrestati dai carabinieri della Compagnia di Vibo Valentia con l’accusa di violenza sessuale di gruppo e sequestro di persona.
Il fatto è avvenuto nella serata di ieri in un casolare di Favelloni, un frazione di Cessaniti, nel vibonese. I due, dopo aver invitato a cena una cittadina ucraina O.K., 37 anni, ed il fidanzato E.M., romeno del 31 anni, i due romeni dopo aver mangiato e bevuto, hanno tirato fuori un coltello ed un’accetta ed hanno costretto l’uomo ad allontanarsi dalla casa, spogliando quindi, sempre sotto la minaccia delle armi, la loro vittima e sottoponendola ad ogni tipo di sopruso.
Il fidanzato, in preda al panico, è corso fino alla Stazione Carabinieri di Cessaniti ed ha dato l’allarme. I militari sono intervenuti rompendo il cancello d’ingresso e sfondato la porta dell’abitazione e, armi alla mano, hanno costretto i due uomini ad arrendersi, ammanettandoli e rendendoli inoffensivi.
La donna, ancora in forte stato di shock e tremante, è stata invece accompagnata all’ospedale del capoluogo dove è stata sottoposta alle cure del caso. I due malviventi sono rinchiusi nel carcere di Vibo Valentia.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?