Salta al contenuto principale

Eccellenza, il punto
dopo la non giornata

Basilicata

Balbettano tutte le inseguitrici del Tanagro, che nel frattempo prende il largo. Classifica cortissima, potenzialmente sono undici le avversarie dei campani

Tempo di lettura: 
1 minuto 39 secondi

IN VETTA al campionato d'Eccellenza hanno balbettato in molte (una sfilza di segni “X” e qualche ko), ad eccezione del Comprensorio Tanagro, che sta recitando alla perfezione il ruolo della lepre. L'undici salernitano ha effettuato il blitz di misura a Moliterno (con Piegari) e viaggia tranquillo sul gradino più alto del podio. La nona giornata di campionato è stata caratterizzata da una marea di pareggi ed i gol si sono ridotti al lumicino. Questa domenica calcistica ha ricalcato quasi completamente le orme del turno precedente. Se il Tanagro di mister Casu se la ride, in piazza d'onore è scoppiata una bagarre pazzesca. Sette squadre sono racchiuse in appena una lunghezza. Roba da non crederci. Sul secondo gradino, l'Angelo Cristofaro Oppido ha osservato il consueto turno di stop forzato, il Real Tolve ha fatto un bel balzo in avanti (successo striminzito), mentre il Viggiano non è andato oltre un ottimo pari (in rimonta), in terra campana. Il sodalizio tolvese ha battuto di misura la concorrenza del Picerno, grazie all'acuto decisivo di Arpaia. Strepitosa rimonta del Viggiano, che ha quasi compiuto un “miracolo” a Monte San Giacomo. Dopo il doppio vantaggio del Valdiano (Chiariello e Sanseviero), negli ultimi dieci minuti della sfida, Giuliani e Gargaro hanno firmato il due pari. Ha atteso vent'anni l'Avigliano per affondare il colpo contro il Pietragalla. I granata di Tramutola hanno disputato una gara perfetta, mandando al tappeto gli altobradanici con Salbini e Sabato V. In classifica, l'Avigliano ha agguantato proprio il Pietragalla a quota tredici punti. Dopo due successi consecutivi, la sorpresa Borussia Pleiade Marconia si è fatta sorprendere dal Ferrandina (seconda gioia di seguito). La Murese non riesce più a sbloccarsi davanti al pubblico amico. La squadra di Lardo ha rischiato di subire addirittura il quarto stop domiciliare. Soltanto la doppietta di Anthoi ha evitato guai peggiori contro l'Atella Monticchio (2-2). Sul fondo della graduatoria, le ultime della classe si sono spartite la posta in palio: Policoro Heraclea e Potenza hanno chiuso “ad occhiali” (0-0); Vultur Rionero e Miglionico sull'1-1.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?