Salta al contenuto principale

Saldi, stagione in chiaroscuro
I consumatori prudenti negli acquisti

Basilicata

Tempo di lettura: 
2 minuti 20 secondi

SALDI a Matera a corrente alternata, con segnali incoraggianti, nonostante la crisi. Le offerte sono allettanti e spaziano dal 20 al 70%, con l’aggiunta in qualche caso di ulterioririduzioni se si compra questo o quel capo. Qualcuno parla di un incremento del 20% delle vendite, altri di andamento discontinuo, con la città che nei fine settimana sembra svuotarsi a vantaggio di località balneari o di altre mete. Sono arrivati i saldi, quindi, ma, a quanto pare, non attirano più come prima; infatti, sono poche le file davanti alle vetrine, a causa della crisi che morde il budget delle famiglie. E anche se sono trascorsi pochissimi giorni dall’inizio delle svendite, le vie dello shopping e i negozi di Matera non sono affollati; comunque, abbigliamento, accessori, casalinghi, giocattoli sono i settori che destano l’attenzione maggiore dei consumatori, in cerca dell’affare. Nei negozi in prevalenza donne, soprattutto nelle ore serali, per acquistare qualcosa per sé o per i figli. Il budget? Indefinito, ma se c’è qualcosa che piace, di qualità ed è conveniente, si compra volentieri. E questo è un aspetto che venditori e clienti conoscono bene, dal centro alla periferia; le campagne dei saldi poi potrebbero andare meglio, se fossero meglio calibrate, cambiando i periodi, ma è anche una questione di disponibilità economica. E sotto questo aspetto esercenti e consumatori attendono “concrete” iniezioni di fiducia dal governo, che spaziano dall’abbattimento dei costi di gestione all’aumento della capacità di acquisto. Discorsi che a Matera si innestano anche sulle potenzialità dell’offerta turistica. Con il costo della vita che cresce, la convenienza e i saldi diventano un appuntamento fisso per gli acquisti di una stagione, che nel suo complesso, non è stata particolarmente brillante e, considerando le rimanenze attualmente disponibili, gli sconti arrivano in media già al 40%; non mancano i negozi con supersconti con uno o più capi a dieci euro, indicati con grandi cartelloni del tipo “facciamo fuori tutto” per attirare l’attenzione della gente. Nel negozio di calzature “Andrea Morelli” e nel negozio “Fantasy Store”, in via Annunziatella, ci hanno riferito che c’è un buon movimento; per i titolari di “Linea sport” si sta avendo un investimento di qualità, nonostante le difficoltà, mentre nel negozio “Di jeans” ci si lamenta della crisi e di un movimento che nei fine settimana scarseggia. Flusso continuo, invece, nel negozio “Piazza Italia”, aperto fino a tardi. «La stagione delle svendite –ci hanno riferito – rappresenta sicuramente un momento favorevole per acquistare a prezzi più contenuti, ma, purtroppo, sono tante le spese che una famiglia ogni giorno deve sostenere».

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?