Salta al contenuto principale

Emergenza neve del 2012
Arriva l’ennesimo acconto per le aziende

Basilicata

Tempo di lettura: 
1 minuto 21 secondi

RIONERO IN VULTURE – A distanza di due anni il comune di Rionero paga ancora le aziende che sono intervenute durante l’emergenza neve del 2012. In realtà un primo acconto fu liquidato a marzo del 2013, circa 57mila euro, il secondo invece, da 20mila euro circa a favore delle ditte incaricate fu liquidato sempre a marzo 2013. Il terzo acconto invece, arrivò ad aprile 2013 per 1700 euro circa.
Quanto mancherebbe ancora? Una bella sommetta: 150mila 556,56 euro. Il tutto è contenuto in una delibera di giunta del 6 ottobre votata in maniera unanime dove in pratica si «autorizza il responsabile del servizio vivibilità, affinché con propri atti provveda alla liquidazione di un ulteriore acconto in favore delle ditte che, durante l’emergenza neve del febbraio 2012, hanno provveduto alla rimozione di cumuli di neve sul territorio comunale». In più viene espressamente chiesto «di conferire al responsabile competente le risorse finanziarie di 150mila 556,56 euro».
Una boccata d’ossigeno per le aziende, e tutto sommato anche una bella prova per il comune di Rionero che, con questo quarto acconto porta avanti una questione complessa che in genere ha tempi molto più lunghi. Da questo momento in poi quindi non ci sarà da aspettare molto per poter essere pagati.
Proprio a seguito di quelle grosse nevicate sonos tati spesi 715mila euro, di cui circa 700mila destinati ad operatori privati. C’è ancora da pagare quindi, tenendo presente che la Regione Basilicata autorizzò soltanto 335mila euro di contributi, lasciando a carico del Comune più di 300mila euro da liquidare alle aziende.

v.panettieri@luedi.it

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?