Salta al contenuto principale

Bagni pubblici “fatiscenti”
Presentata un’interrogazione da Spadola

Basilicata

Tempo di lettura: 
1 minuto 53 secondi

RIONERO – Lo stato fatiscente e di degrado dei “bagni pubblici” chiusi al pubblico da mesi nella centrale e frequentata villa Catena sono l’oggetto della interrogazione consiliare urgente del consigliere comunale Antonio Spadola.
Questi sostiene che da tempo numerosi cittadini ed esercenti dell’adiacente via Nazario Sauro lamentano l’assenza del guardiania e la chiusura dei locali da mesi.
«L’impietoso abbandono – scrive Spadola – porta i fruitori della villa ad espletare le necessarie impellenze fisiologiche all’esterno dei bagni, creando una situazione intollerante dal punto di vista igienico-sanitario e offrendo uno spettacolo indecente del centro cittadino che meriterebbe ben altra attenzione da un punto di vista del decoro urbano».
Il consigliere di minoranza fa pure presente che all’interno del suddetto locale igienico, nonostante la chiusura, persiste continuamente l’illuminazione diurna e notturna, con conseguenti costi per le casse pubbliche e che il degrado riguarda anche l’intera villa comunale con panchine rotte e illuminazione fatiscente e insufficiente come in prossimità della Fontana dei Morti. Stando così le cose si evince che con le loro numerose lamentele i cittadini, che abitualmente frequentano le aree della villa comunale, hanno evidenziato la necessità di porre in essere l’immediata apertura dei bagni pubblici con interventi urgenti di pulizia, di manutenzione, di ripristino del decoro urbano e di messa in sicurezza dell’intera area.Alla luce di quanto sopra il consigliere di opposizione Antonio Spadola ha chiesto nello specifico di sapere «se l’Amministrazione comunale intende attivarsi per intervenire al fine di ripristinare le necessarie condizioni di sicurezza e di decoro urbano; di conoscere quali iniziative si intendono prendere a breve per risolvere questo problema che lede l’immagine della città e che può creare pericolo dal punto di vista igienico-sanitario». Inoltre ha sollecitato la giunta chiedendo tempi entro i quali verranno riaperti i bagni e le manutenzioni più volte sollecitate dai cittadini. Il consigliere Spadola ha pure chiesto all’Amministrazione comunale di riconoscere le motivazioni di carattere urgenti e indifferibili, magari supportate da un indirizzo del consiglio comunale al fine di procedere con estrema urgenza alla sistemazione decente dei suddetti luoghi.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?