Salta al contenuto principale

Schianto fatale sulla Ss 106 in Puglia
Muore un 47enne di Gorgoglione

Basilicata

Tempo di lettura: 
2 minuti 21 secondi

GORGOGLIONE - Non ha fatto neppure in tempo ad accorgersi di cosa stesse avvenendo, ha sentito solo lo schianto violentissimo contro l’esile portiera della Fiat Panda, poi la sua luce si è spenta per sempre.
E’ morto così, la notte tra sabato e domenica, intorno alle 24, Giovanni Leone, 47enne di Gorgoglione, travolto sulla Statatale 106 jonica da una grossa Mercedes E220, mentre con la sua compagna, Carmela Bartolomeo di 55 anni, viaggiava in direzione Taranto.
L’impatto è avvenuto al chilometro 460, su di un tratto rettilineo nei pressi della sala ricevimento “Orangerie” di Castellaneta Marina (Ta).
La dinamica dell’incidente ancora non è chiara, forse l’utilitaria intestata alla donna, viaggiava a bassa velocità e il conducente della grossa berlina non ha saputo calcolare gli spazi per evitarla; forse era addirittura ferma a bordo strada per un’avaria, o una qualsiasi altra causa. Sta di fatto che la Mercedes è letteralmente piombata sulla Panda, riducendola a un mucchio di lamiere contorte, soprattutto sul lato guida dove si trovava Leone, dopo averla trascinata per decine di metri. Nell’impatto è rimasta seriamente ferita anche Carmela Bartolomeo, subito ricoverata all’ospedale di Taranto con un brutto trauma facciale e una sospetta commozione cerebrale sulla cui gravità i sanitari non si sono ancora pronunciati. Leone, invece, è morto sul colpo tra le lamiere di quell’auto, intestata alla sua compagna. Feriti in maniera non grave anche i cinque occupanti della Mercedes, ricoverati tra gli ospedali di Taranto e Castellaneta. Sul posto, oltre al personale sanitario del 118 tarantino, sono intervenuti anche i carabinieri della Stazione di Castellaneta, per effettuare i rilievi del caso. Dopo l’autorizzazione del magistrato a rimuovere i mezzi, è stato disposto il sequestro. Intanto ieri i familiari di Leone, la madre la sorella e il fratello, si sono recati nella camera mortuaria dell’ospedale pugliese per il triste riconoscimento della salma. I funerali si dovrebbero svolgere tra oggi e domani a Gorgoglione, dove Giovanni viveva da sempre e lavorava come operaio forestale alle dipendenze dell’Area programma Metapontino-Collina materana. Carmela Bartolomeo faceva lo stesso lavoro e da tempo frequentava Giovanni, divorziato da circa 20 anni, da cui si era separato dopo una breve convivenza; ma l’altra notte il destino ha voluto che fossero di nuovo insieme, tanto che l’uomo aveva chiesto alla sua amica di andare a Taranto con la sua piccola Panda 1000, auto con cui la donna non si allontanava mai dal paese, forse perchè la sua Punto non era idonea ad affrontare il viaggio.
Perchè l’auto viaggiava così piano, o era addirittura ferma, e perchè la Mercedes non ha potuto evitare l’impatto? Lo dovranno accertare i carabinieri.

a.corrado@luedi.it

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?