Salta al contenuto principale

Affollata assemblea a Vietri di Potenza
con il capogruppo Pd alla Camera

Basilicata

Tempo di lettura: 
3 minuti 6 secondi

VIETRI DI POTENZA - «Per me che sono uno dei padri fondatori dell’Area Riformista del Pd, vedere per la prima volta in Basilicata questo nuovo logo democratico è motivo di grande orgoglio. C’è tanto da lavorare, e da Vietri di Potenza parte il percorso lucano dell’Area».
Ha esordito così Roberto Speranza, capogruppo del Pd alla Camera, durante l’affollatissimo incontro svoltosi sabato sera a Vietri di Potenza nella Sala convegni, organizzato dai consiglieri di minoranza vietresi, Rocco Carleo e Vincenzo Felitti. Tanti tra rappresentanti politici regionali e provinciali, oltre a sindaci, che hanno preso parte all’incontro.
Tra loro il segretario provinciale Antonello Molinari, i consiglieri comunali potentini Gerardo Nardiello e Giampiero Iudiciello, il consigliere provinciale Angelo Summa, il consigliere regionale Vito Santarsiero e tanti altri.
L’incontro, moderato dal consigliere Carleo, ha visto in primis il saluto di Carmine Grande, sindaco di Vietri.
Il sindaco, nel congratularsi con Speranza per il suo percorso politico, ha posto problematiche come le varie soppressioni di cui si parla sul territorio, chiedendo inoltre maggiore attenzione per le aree interne e per lo sviluppo. Tante le richieste giunte a Speranza: il segretario Pascaretta ha chiesto al capogruppo Pd di farsi carico del problema Imu agricola, chiedendo inoltre attenzione sul potenziamento delle infrastrutture, ma anche decisioni espresse dal territorio e più unione, anche a livello comunale. Felitti e Carleo invece hanno sottolineato come sia «importante fare riforme di ampio respiro, anche per dare maggiore stabilità ai governi», senza però dimenticare «aree interne, importanti per lo sviluppo».
Lo stesso Carleo, durante l’incontro, ha ricordato anche come sia importante recuperare la fiducia dei cittadini e ripartire con una nuova stagione politico-amministrativa.
«Vietri - ha sottolineato invece Molinari - ha svolto negli anni un ruolo importante per la Basilicata. Il percorso di questa area parte proprio da Vietri, con una nuova e più ampia progettazione». «Il Pd - ha detto Santarsiero - è il partito del popolo, legato ai territorio, riformista. Bisogna recuperare una stagione di attenzione agli enti locali e puntare su territori come quelli vietresi».
Lo stesso Santarsiero ha ricordato anche le azioni della Regione messe in campo sull’efficientamento energetico e sul sostegno a giovani ed imprese. La parola è poi passata a Roberto Speranza: «L’Italia vive un tempo difficile, e oggi il sistema politico italiano, è inutile nasconderlo, non riesce a rappresentare la crisi sociale che si vive. Siamo rimasti quasi solo noi il Pd, il partito della nazione, l’unico punta di tenuta tra le istituzioni e i cittadini. Ed insieme dobbiamo caricarci di enormi responsabilità per risolvere i problemi».
«Bisogna riformare la Costituzione, fare cambiamenti. Per la legge elettorale - ha sottolineato - mi sono battuto e mi batto per le preferenze. Bisogna lasciar scegliere i cittadini». Poi in conclusione qualche minuto sulla questione petrolio.
«Il petrolio è un settore che ha bisogno più di capitale che di lavoro. Le popolazioni vivono una sofferenza, e il petrolio non riesce a dare risposta. Sullo Sblocca Italia abbiamo fatto tutto il possibile nella Legge di Stabilità. La trasformazione della Card Carburanti in Social Card è un fattore importantissimo. Ma c’è una novità di portata incredibile – ha sottolineato Speranza - oltre alle royalties su tutte le future estrazioni del petrolio la Regione potrà beneficiare del 30% dell’Ires sulle estrazioni oltre gli ottantamila barili. Un grande risultato».
In conclusione il capogruppo del Pd alla Camera si è intrattenuto con sindaci, militanti e cittadini nella Sala Convegni, per poi restare a cena a Vietri.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?