Salta al contenuto principale

Scuola, Pomarico contro Miglionico
Guerra per mantenere la dirigenza

Basilicata

Tempo di lettura: 
1 minuto 50 secondi

POMARICO - «La dirigenza scolastica resti a Pomarico».
L’Amministrazione comunale si oppone alle «ingiustizie sulla Direzione scolastica».
Il sindaco, Francesco Mancini, ha invitato il presidente della Provincia , De Giacomo, a fissare prima possibile un incontro, «che vedrebbe presente anche il sindaco di Miglionico, Angelo Buono, per discutere e mettere sul tavolo una serie di questioni irrisolte, che vedono a oggi Pomarico e la sua cittadinanza svantaggiati rispetto ai vicini miglionichesi».
Ma di cosa si sta parlando?
«Nei criteri direttivi -sono le delucidazioni presenti nella nota inviata da corso Garibaldi- previsti per il nuovo dimensionamento scolastico 2015-2018, era stato stabilito che la dirigenza scolastica sarebbe spettata al Comune con il maggior numero di popolazione studentesca, e Pomarico, con ben 377 studenti (numero superiore rispetto a Miglionico e rispetto a Grottole), avrebbe senz’altro raggiunto questo risultato.
Invece le cose sono andate diversamente, almeno per il momento».
Perchè è stato deciso che la Dirigenza spetterà al paese del castello del Malconsiglio.
«Non c’è un solo motivo per cui la dirigenza spetti a Miglionico –ha riferito ancora il sindaco Mancini- e se i miglionichesi vorranno scatenare una guerra tra poveri, noi saremo in prima linea».
Un Mancini quindi a muso duro: «Siamo pronti a mettere in discussione nelle sedi opportune una serie di altri servizi, che da tempo insistono a Miglionico. Non sarà un codice meccanografico, nè presunte equidistanze a stabilire un criterio viziato ab origine». Si starà facendo riferimento alla Guardia medica? Il problema del campanile, in questo caso, sarebbe da escludere. Si tratta, invece, di logica e in buonsenso. Già da giorni, specie parte del Corpo docenti di stanza sul suolo pomaricano ma non solo, aveva da recriminare sulla decisione. Però, quando si parla di scuola, pensando insomma a bambini che la frequentano, si dovrebbe per prima cosa sempre controllare che in qualsiasi momento la loro incolumità sia al sicuro. Al momento, per esempio, si stanno eseguendo lavori presso la scuola elementare “Caggiani“; prima, durante e dopo questi interventi le scolaresche siano tenute costantemente al riparo da pericolo di qualsiasi sorta.

 

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?