Salta al contenuto principale

Il paradosso di Trisaia nella mappa
del nucleare inattivo ma costoso

Basilicata

Tempo di lettura: 
2 minuti 4 secondi

Poco risalto sui giornali nazionali per la notizia dei presunti abusi sui minori che oggi campeggia sulle prime pagine di tutte le testate locali. Repubblica, in compenso, riporta la notizia della rimozione, da parte di Papa Francesco, del vescovo di Kansas City che coprì i colpevoli di reati legati alla pedofilia, nel 2012 (la notizia ieri era stata pubblicata anche sul web). La testata diretta da Ezio Mauro dedica una pagina alla lunga exit strategy dell'Italia dal nucleare: si tratta di un «addio impossibile» scrive Giuseppe Caporale. Che cita, nell'elenco delle centrali in etrna attesa di chiusura, Trisaia di Rotondella: l'impianto del Materano (autorizzazione allo smaltimento nel 2016, data finale tra il 2038 e il 2030) è tra quelli che presentano un paradosso, e cioè il fatto di essere congelati da 27 anni, di fatto disattivati ma aperti «con tanto di personale, direttori di sede, servizi di pulizia e perfino la costante manutenzione delle aree verdi intorno agli impianti. Non si sa mai. E mentre gli anni passano, anche gli sprechi fioccano».
In un approfondimento dedicato al bonus agli operai Fca, il quotidiano di largo Fochetti spiega il meccanismo di premialità: l'utile dovrà aumentare del 2-3%, il che equivale a un aumento delle vendite in Europa da 1,1 a 1,5 milioni.
In politica tiene banco il caso dei dissidenti dem (cogliamo l'occasione per segnalare una bella riflessione su Roberto Speranza pubblicata qualche giorno fa sul sito Gli Stati Generali), mentre il rischio crisi di governo ed elezioni anticipate – al momento, qualcosa in meno della pura fantapolitica – sembra fare il paio, riducendo lo scenario al locale, con l'avvicinarsi delle amministrative a Potenza (ipotesi urlata nel taglio medio sulla prima pagina della Nuova del Sud) dopo il no del consiglio regionale al piano da 42 milioni.
Da un Pittella a un altro: il Corriere della Sera parla della School of democracy in programma da domani a sabato a Reggio Emilia che Gianni, capogruppo di S&D, ha organizzato con un centinaio di giovani provenienti da tutta Europa. Workshop con Jean-Paul Fitoussi e Nadia Urbinati, Laura Boldrini e una particolare rievocazione del 25 Aprile in casa Cervi. In pratica, la scuola, che sarà annuale, è «una Frattocchie in salsa europea», scherza il Corsera.
::
LA NOTIZIA PIÙ CURIOSA | Reggio Calabria, a 97 anni in causa con l'Inps ma i giudici rinviano l'udienza al 2018. Se andrà bene, la pensione d'invalidità gli sarà riconosciuta a 100 anni (Corriere della Sera).

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?