Salta al contenuto principale

Arrestato dopo la tentata estorsione al sindaco di Grassano
Le minacce di ritorsione in una lettera in cui chiedeva denaro

Basilicata

Tempo di lettura: 
0 minuti 43 secondi

Un uomo di 54 anni, disoccupato e con precedenti di polizia, è agli arresti domiciliari a Grassano (Matera) con l’accusa di tentata estorsione ai danni del sindaco del paese, Francesco Sanseverino.

Il 15 aprile scorso, il sindaco ricevette una lettera con la richiesta di duemila euro e la minaccia di danni alla famiglia se si fosse rivolto ai Carabinieri, cosa che invece Sanseverino fece subito.

Gli investigatori individuarono in poco tempo l'autore della lettera e, durante una perquisizione nella sua casa, acquisirono «gravi e concordanti indizi» sulla sua responsabilità: l’uomo fu denunciato in stato di libertà.

Successivamente, anche una perizia grafologica ha stabilito che fu lui a scrivere la lettera. Il pm di Matera chiese al gip l'arresto dell’indagato, che è stato eseguito oggi dai militari.
(ANSA).

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?