Salta al contenuto principale

Da casa cantoniera a casa famiglia
Ospiterà i parenti dei ricoverati al Crob

Basilicata

Tempo di lettura: 
1 minuto 33 secondi

RIONERO IN VULTURE - Da casa cantoniera a casa famiglia.
Il Consiglio provinciale di Potenza, nella seduta di ieri ha approvato all’unanimità la proposta del presidente Nicola Valluzzi di cedere la struttura al Comune.
Nella Casa Cantoniera (ex Anas) di Via Amendola nel Comune di Rionero in Vulture, potrà sorgere presto una casa-famiglia per ospitare i pazienti e loro familiari che, si recano all'Istituto di Ricovero e Cura a carattere Scientifico per i malati oncologici-Crob.
La struttura è stata ceduta in comodato d'uso al Municipio di Rionero in Vulture (per 5 anni rinnovabili), una parte della casa cantoniera, raccogliendo, in tal modo una richiesta del Comune per aiutare in forma di partenariato sociale l'Azione della “Associazione Italiana Rionero Onlus (AIRO)” che si adopera per sostenere pazienti in cura preso il CROB e i loro familiari.
«La richiesta di utilizzare una parte dell' edificio provinciale per realizzare una casa-famiglia, - ha dichiarato il Presidente della Provincia Valluzzi - consente all'Ente, di rendere disponibile per la Comunità un bene non completamente utilizzato ed a rischio deperimento. Ogni investimento che sarà sostenuto per l'adeguamento funzionale del fabbricato alla scadenza del comodato resterà acquisito al bene senza alcun esborso da parte della Provincia.
A sostegno dell'iniziativa sono intervenuti i consiglieri Piarulli, Ramunno e Cicala in rappresentanza di tutti i gruppi consiliari.
Nel corso del Consiglio è stato approvato a maggioranza, contrario Ramunno (Cdx), il rendiconto di gestione 2014 il cui risultato ha pienamente conseguito le previsioni fissate dal Piano di riequilibrio finanziario approvato dalla sessione regionale della Corte dei Conti per la Basilicata con deliberazione 5/2014. Al dibattito sono intervenuti i consiglieri Ramunno, Summa, Cicala e Vita.
Infine è stata nominata, per la prima volta, solo fra i dipendenti dell'Ente la nuova Commissione per l'abilitazione all'esercizio venatorio, che durerà per l'intera consiliatura non percepirà alcun compenso aggiuntivo.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?