Salta al contenuto principale

Quattro giorni
dedicati al ricordo

Basilicata

Tempo di lettura: 
1 minuto 45 secondi

PICERNO - Quattro giorni dedicati al ricordo, per rendere omaggio alla memoria dei caduti: “A 100 anni dalla Grande Guerra” è il titolo dell’iniziativa messa in campo dall’Istituto Comprensivo di Picerno e dal Comune. A renderlo noto è il dirigente scolastico, Vincenzo Vasti. Protagonisti dei quattro giorni saranno gli studenti, famiglie, personale del Comprensivo, il Sindaco e l’Amministrazione Comunale. Diversi gli eventi, che varieranno da un concerto, presentazione di un libro e proiezione di film. Ma vediamo il calendario degli eventi nel dettaglio. Le iniziative prenderanno il via nell’auditorium della scuola media, giovedì 4 giugno, dalle ore 18, con il concerto delle classi di strumento musicale, che saranno coordinate dal professor e maestro Carbone. Sabato 6 giugno, a partire dalle 9.30 (auditorium scuola media) Antonella Grippo e Giovanni Fasanella presenteranno il libro “1915 - Il fronte segredo dell’intelligence. La storia della Grande Guerra che non c’è sui libri di Storia.” Sarà presente il presidente del consiglio regionale, Piero Lacorazza. A seguire presso la Torre Normanna inaugurazione della mostra “Guerra, Arte, Futuro; da Goya all’arte contemporanea“, realizzata dagli alunni della scuola media e coordinata dal professor Viggiano. Si potrà visitare la mostra fino al 30 giugno. Mercoledì 10 giugno, dalle ore 18 presso l’auditorium della scuola media, la proiezione del film “La Grande Guerra” di Mario Monicelli. Il film sarà presentato dal professor Giacomo Martini. E dopo il film seguirà un dibattito. Chiusura l’11 giugno, con la proiezione del film “Charlot Soldato” di Charlie Chaplin. “L’obiettivo di queste iniziative –ha fatto sapere il dirigente scolastico Vincenzo Vasti- è quello di tenere viva la memoria su una pagina di storia che ha lasciato ferite aperte e lati ancora in ombra, avviare una riflessione critica su quanto accaduto e, naturalmente, onorare la memoria delle vittime, ragazzi che hanno patito fame, freddo, stenti in nome di una Patria che, forse, non era la stessa per ciascuno di loro”. Appuntamento quindi a Picerno il 4, 6, 10 e 11 giugno.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?