Salta al contenuto principale

Il Pd affonda anche in Laguna
Ora altri 7 capoluoghi su 11
sono in mano al centrodestra

Basilicata

Tempo di lettura: 
2 minuti 47 secondi

Non solo Matera: nel turno di ballottaggio il Pd perde anche Venezia: battuto Casson, il sindaco della Laguna sarà Luigi Brugnaro (53,3%). Il centrodestra conquista anche Arezzo per una manciata di voti (ad Alessandro Ghinelli il 50,1% delle preferenze) mentre il centrosinistra governerà a Mantova, Lecco, Macerata e Trani (dove la performance di Amedeo Bottaro, oltre il 75%, segna uno dei pochi ribaltoni a favore dei democratici, che oltre alla Città dei Sassi devono lasciare agli avversari anche Fermo e Nuoro). Il computo totale è di 7 capoluoghi su 11 in mano al centrodestra. Il centrosinistra perde Venezia dopo averla amministrata per 22 anni consecutivi, ed è innegabile il peso avuto dallo scandalo Mose che ha coinvolto i dem lagunari, mentre più di un titolo segnala che con Arezzo, Renzi perde nella sua Toscana. «Chi avrà vinto stanotte alla Playstation?» ironizza su twitter il giornalista Massimo Giannini, mentre qualcun altro sui social unisce le due spine nel fianco del premier: forse Renzi un piano B dovrebbe prepararlo anche nel suo partito...
Il Pd dovrà dunque continuare a interrogarsi dopo l'analisi del voto già avviata in seguito al primo turno di fine maggio. Su Repubblica, Concita De Gregorio si sofferma sui dem capitolini, in una lunga analisi su correnti e vicende giudiziarie che stanno squassando la scena.
Ma le prime pagine di tutti i quotidiani parlano anche di immigrazione: sul Corriere della Sera, dalle cui colonne ieri il premier aveva anticipato l'esistenza di un piano B che sopperisca all'assenza dell'Ue nelle politiche di accoglienza, Fiorenza Sarzanini spiega le mosse del governo italiano, e cioè permessi temporanei per i richiedenti asilo in modo da consentir loro di varcare la frontiera e circolare in Europa. Nel piano messo a punto da Matteo Renzi anche un'operazione di polizia contro gli scafisti in Libia che coinvolga l'Egitto. Sono queste le due mosse dell'Italia «se l'Europa non sceglierà la strada della solidarietà». Intanto la Francia nega di aver sospeso Schengen, ma circa cento africani hanno passato la notte all'addiaccio, bloccati alla frontiera di Ventimiglia. Nei loro titoli che aprono la prima pagina, La Stampa parla di «scontro con Parigi», il Giornale di «lite con la Francia» e il Messaggero di «contromossa italiana». Ma oltre ai numeri e alle promesse del governo, la questione migrante ci mette davanti a tante microstorie. Ce le racconta con la solita prosa elegante e diretta Carlo Verdelli su Repubblica: il suo reportage dalla “stazione dei miracoli” di Milano dà voce ai profughi etichettati come clandestini portatori di scabbia e malaria. Sul Fatto Quotidiano, Enrico Fierro ci mette difronte a tutti i soldi rubati per ogni migrante: chi scappa dalla Siria o dagli orrori della Libia non sa che da subito si trasformerà in una macchina che produce denaro sporco, come tante slot machine (QUI l'articolo completo). 
::
LA NOTIZIA PIÙ CURIOSA | Pensionato d'oro da record: 91mila euro lordi al mese per Mauro Sentinelli, ex direttore generale di Tim. Riceve 54mila euro in più di quanti ne abbia versati di contributi. Ladro? Ha solo approfittato fino in fondo di leggi che c’erano: se vivrà quanto un italiano medio, come ovviamente gli auguriamo, di milioni lordi ne riceverà 22... (Gian Antonio Stella sul Corsera).

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?