X
<
>

Tempo di lettura 2 Minuti

SAN NICOLA DI PIETRAGALLA  – Quattro assalti ad altrettanti bancomat – uno riuscito, tre falliti, tutti realizzati con esplosivo – sono avvenuti la notte scorsa in tre comuni della provincia di Potenza. Il colpo riuscito è stato quello alla Banca di credito cooperativo di Oppido e Pietragalla di San Nicola di Pietragalla  la carica esplosiva ha consentito ai ladri di impossessarsi di 20 mila euro. Secondo i primi accertamenti dei Carabinieri del Comando provinciale di Potenza, quello di San Nicola di Pietragalla è stato il terzo colpo, in ordine di tempo, messo a segno dai ladri, probabilmente provenienti dalla Puglia. Il primo tentativo è stato eseguito contro un postamat di Genzano di Lucania, il secondo alla Credem di Pietragalla, e il quarto a un impianto postamat di Atella .

E ad Atella c’è stata una  sveglia col botto ieri mattina, intorno alle 5,    per i cittadini  a seguito di una deflagrazione  che ha scosso la cittadina “angioina.” Preso di mira lo sportello del banco posta” presso l’ufficio postale sito in viale Annunziata. E’ stato fatto saltare con una carica esplosiva. E’ il caso di dire “tanto rumore per niente.” Lo sportello era protetto, in caso di manomissione l’inchiostro blu presente nel sistema di sicurezza ha fatto il suo dovere, macchiando tutte le banconote rendendole inutilizzabili, oltre all’inchiostro il fuoco dell’esplosione aveva iniziato a bruciare le banconote, quindi i ladri non hanno potuto che scappare a mani vuote, con l’unico risultato di aver iniziato in anteprima i festeggiamenti di Capodanno con un “botto” che ha procurato a loro solo rumore.

 I Carabinieri stanno facendo accertamenti su un altro colpo avvenuto a Gravina di Puglia, sempre la notte scorsa. Le verifiche devono stabilire se a  operare sia stata la stessa banda che ha agito in provincia di Potenza.

l.z.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA

shares