Salta al contenuto principale

Csm, chiesta l'apertura di una pratica
sul giudice Gerardina Romaniello

Basilicata
Chiudi
Apri
Per approfondire: 
Tempo di lettura: 
0 minuti 34 secondi

ROMA – Il consigliere laico di Forza Italia del Csm, Pierantonio Zanettin, ha chiesto l’apertura di una pratica in prima commissione riguardo al magistrato Gerardina Romaniello, presidente del Tribunale del riesame di Potenza, «per valutare se sussistano profili di incompatibilità ambientale o funzionale sotto il profilo dell’appannamento dell’immagine di imparzialità e terzietà» del giudice. Nella nota inviata al Comitato di presidenza, Zanettin scrive che «i media locali, ed in particolare il Quotidiano del Sud, hanno reso pubbliche le registrazioni di alcuni colloqui, dai quali emergerebbe una sorta di “complotto” contro l’azienda ospedaliera di Potenza del giudice Romaniello e di suo marito, il cardiochirurgo Fausto Saponara».

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?