Salta al contenuto principale

Concussione in una struttura di accoglienza: divieto dimora per sindaco di Paterno

Basilicata
Chiudi
Apri
Nella foto: 
Il tribunale di Potenza
Tempo di lettura: 
0 minuti 38 secondi

POTENZA – Con l'accusa di concussione ai danni del rappresentante legale di una cooperativa che gestisce una struttura di accoglienza di minorenni non accompagnati, "utilizzata quale bacino di scambio di favori personali e promesse clientelari", il gip di Potenza ha emesso un'ordinanza di divieto di dimora nei confronti del sindaco di Paterno (Potenza), Michele Grieco, di 64 anni. Il provvedimento è stato eseguito oggi al termine di indagini coordinate dalla Procura della Repubblica del capoluogo lucano e condotte dai Carabinieri di Marsico Nuovo (Potenza) e dell'Ispettorato del Lavoro. 

Il sindaco ha obbligato il rappresentante legale della cooperativa Iskra "a gestire - è spiegato in un comunicato diffuso dalla Procura potentina - il personale impiegato presso la struttura di accoglienza (denominata 'Casa dei Colori') in maniera sostanzialmente confacente alla sua volontà".
   

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?